Latina, insediato il nuovo questore Michele Spina

Latina, insediato il nuovo questore Michele Spina

Ha le idee chiare il nuovo questore di Latina Michele Spina: sicurezza sul territorio e rapporti di comunicazione importanti con la popolazione rappresenteranno la base del suo operato nella provincia.

Un lavoro che verrà eseguito occupandosi del territorio “centimetro per centimetro”, ascoltando la strada e verificando sul campo quel che succede. Il nuovo questore sostituisce Rosaria Amato e nel corso della sua presentazione alla stampa non si è soffermato sulle criticità della zona facendo promesse sulla base di situazioni ancora non conosciute, ma ha preferito spiegare quello che è il suo modus operandi, sottolineando come, pur essendo stato sfiorato nel corso dei suo oltre 30 anni di servizio da “situazioni contigue” a quelle del territorio di Latina, abbia bisogno di verificare i problemi sul campo. “Lavoreremo centimetro per centimetro perché poi la somma faccia il totale” ha dichiarato.

Il nuovo questore di Latina Michele Spina viene da Napoli, dove ha diretto le forze di Polizia Ferroviaria dopo essere stato alla guida anche dei commissariati di Scampia e Secondigliano.

Non tornerò a casa, a Napoli, per un lungo periodo di tempo” ha raccontato nel corso della conferenza stampa indetta, “tentando di radicarmi qui. Prima di venire ho studiato il territorio, ma lo studio disgiunto dall’esperienza può risultare ingannevole. Mi sono quindi orientato a restare qui h24 e a non andare via nei fine settimana, ho intenzione di vivere le situazioni, conoscere le persone e diventare, con la questura, un punto di riferimento di chiunque abbia voglia di chiedere sicurezza e di orientare la nostra azione affinché sia mirata e non generica“.

Il rapporto con i cittadini, ha sottolineato il questore, sarà basilare per fare in modo che la sicurezza della zona ne venga rafforzata, lavorando di concerto con il prefetto e collaborando con i carabinieri, la guardia di finanza e la magistratura.

Il questore Michele Spina non intende lasciare nulla al caso: ricordando come quando di stanza a Scampia alcune indagini nel 2012 lo avevano collegato al territorio laziale, ha sottolineato che non baserà il suo punto di vista sul passato. Le situazioni cambiano ed è il presente che deve essere analizzato al fine di aumentare la sicurezza sul territorio e risolvere le criticità. La provincia di Latina è una realtà “complessa” sotto molti aspetti le cui priorità verranno affrontare con “presenza e tenacia”. La stessa che verrà portata sul territorio al fine di gestire la zona nel modo più efficace possibile per il bene dei cittadini.


Tag assegnati a questo articolo:
Latina