Pubblicità online: come creare pubblicità online efficace

Pubblicità online: come creare pubblicità online efficace

La pubblicità online è uno dei modi più efficaci per le aziende di tutte le dimensioni per espandere la propria portata, trovare nuovi clienti e diversificare i propri flussi di entrate.

Con così tante opzioni disponibili – da PPC e social network a pubblicità display online e annunci in-app – la pubblicità online può intimidire i nuovi arrivati. 

Pubblicità online: ricerca a pagamento

Quando pensi alla pubblicità online, è molto probabile che tu stia pensando alla pubblicità di ricerca a pagamento. La ricerca a pagamento, nota anche come pubblicità pay-per-click , o PPC, è uno dei tipi più comuni ed efficaci di pubblicità online.

La ricerca a pagamento ti consente di fare offerte su termini e frasi pertinenti che possono causare la visualizzazione di annunci testuali agli utenti quando inseriscono query di ricerca specifiche su Google o Bing. Questi termini e frasi sono noti come parole chiave e costituiscono la base della pubblicità PPC. Gli inserzionisti fanno offerte su parole chiave con un’asta sugli annunci. Ciò garantisce che tutti gli inserzionisti abbiano una buona possibilità che i loro annunci vengano mostrati agli utenti, purtroppo però i costi del singolo click diventano a volte proibitivi.

Le parole chiave devono essere altamente pertinenti alla tua attività, organizzate e strutturate in gruppi di annunci logici separati dal tipo di campagna e allineati con il tipo di corrispondenza corretto per poter essere visualizzati ai visitatori giusti, al momento giusto, per la campagna giusta.

Pubblicità online: pagamento sui social network

Mentre la ricerca a pagamento può aver trasformato la pubblicità su Internet, i social a pagamento stanno trasformando la comunicazione di domani.

Il social networking rimane il passatempo online più popolare per gli adulti e ragazzi di tutto il mondo e gli inserzionisti hanno sviluppato le loro strategie per rivolgersi ai consumatori dove passano il loro tempo, in particolare su social network come Facebook e Twitter. La pubblicità sui social funziona in modo simile alla ricerca a pagamento, con la notevole differenza che gli inserzionisti, non gli utenti, prendono l’iniziativa – gli inserzionisti devono “cercare” gli utenti, piuttosto che il contrario.

Uno dei maggiori punti di forza della pubblicità sui social è la granularità con cui gli inserzionisti possono indirizzare i potenziali clienti e questo principio è alla base di molte piattaforme e prodotti di social advertising. Gli inserzionisti possono indirizzare gli utenti con centinaia di parametri, dai dati demografici (come età, sesso, reddito, livello di istruzione e stato civile) alle preferenze di navigazione e al comportamento sociale.

Gli inserzionisti possono anche presentarsi agli utenti in base ai tipi di pagine e profili che seguono, alle cose che acquistano e alle notizie che leggono. Questi segmenti di pubblico personalizzati possono essere creati da dati dei clienti esistenti (per creare audience “simili” di utenti simili) a liste di e-mail, che Facebook e Twitter possono abbinare ai loro dati per rivelare maggiori informazioni sul loro comportamento.

Conosci il tuo pubblico

Proprio come gli inserzionisti sui motori di ricerca devono condurre ricerche approfondite sulle parole chiave prima di lanciare le loro campagne, gli inserzionisti dei social network devono conoscere i loro clienti ideali dentro e fuori per assicurarsi che stiano indirizzando i giusti segmenti di pubblico alla giusta messaggistica. È qui che entrano in gioco i compratori.

La creazione di personalità dettagliate dell’acquirente per i clienti ideali consente di andare oltre le informazioni a livello superficiale sui clienti più fedeli e di approfondire le opzioni di targeting che consentono di indirizzare i potenziali clienti con un livello elevato di granularità. Ciò consente non solo di massimizzare l’efficacia della spesa pubblicitaria, ma offre anche annunci più mirati verso il pubblico: i dati recenti mostrano che le persone apprezzano di più la pubblicità online quando sono altamente mirate e pertinenti ai loro interessi.

Pubblicità online: elementi della campagna

E’ molto complessa la pubblicità online. Non è semplicemente mettere un annuncio su Internet e sperare per il meglio. Le campagne pubblicitarie più efficaci combinano numerosi elementi interconnessi, ognuno dei quali svolge funzioni uniche per massimizzare il potenziale della campagna. Non tutte le campagne pubblicitarie online avranno elementi uguali, ma le seguenti componenti di un’iniziativa di marketing digitale saranno comuni a molte campagne.

Annunci di testo e visivi

Google AdS e Bing Ads offrono agli inserzionisti la scelta di annunci testuali o di pubblicità visive, come i banner . Gli annunci testuali vengono spesso definiti semplicemente annunci PPC, mentre i banner e i formati di annunci simili vengono comunemente definiti annunci display. Inoltre, le piattaforme di social media come Facebook offrono formati pubblicitari altamente visivi che includono anche testi pubblicitari, e possono essere considerati come una combinazione di entrambi. Ci sono decine di formati pubblicitari disponibili per gli inserzionisti, che ti consentono di scegliere il formato e la rete pubblicitaria più adatta alle esigenze delle tue campagne.

Pagine di destinazione o Landing page

Le pagine di destinazione sono pagine web specializzate e ottimizzate a cui i visitatori sono indirizzati facendo clic su un annuncio. Le pagine di destinazione possono contenere prodotti specifici presenti negli annunci stessi oppure possono includere prompt per fornire agli inserzionisti ulteriori informazioni, come i moduli di conttatto. Le pagine di destinazione possono essere utilizzate per convincere i potenziali clienti a completare un’azione , ad esempio effettuare un acquisto, o funzionare come un ulteriore passaggio in una “canalizzazione” più lunga, ad esempio richiedendo informazioni aggiuntive o scaricando un contenuto per scopi di generazione di lead.

Tracciamento delle chiamate

Per molti inserzionisti, le telefonate sono la fonte più preziosa di lead. Per questo motivo, gli inserzionisti possono scegliere di tenere traccia delle telefonate generate dalle campagne pubblicitarie online. 

Contenuto sponsorizzato

Molti inserzionisti scelgono di utilizzare i contenuti sponsorizzati come elemento delle loro campagne pubblicitarie online. I contenuti sponsorizzati possono assumere molte forme, dai contenuti editoriali in stile pubblicitario presenti sui siti Web agli aggiornamenti sponsorizzati sulle piattaforme di social media. Sia Facebook che Twitter offrono agli inserzionisti questa funzione, entrambe le piattaforme vantano un’ampia gamma di opzioni di aggiornamento sponsorizzato, come i post promossi di Facebook e i tweet sponsorizzati di Twitter.

Analisi dati e statistiche

Gli inserzionisti non pubblicano semplicemente annunci sul Web e sperano per il meglio: devono conoscere esattamente l’efficienza dei loro annunci e da dove arriverà il loro traffico. Questo è il motivo per cui l’analisi è una componente fondamentale di qualsiasi strategia pubblicitaria online. Gli strumenti di analisi hanno anche un valore inestimabile nel determinare in che modo i consumatori scoprono e in definitiva interagiscono con il tuo sito Web, un processo noto come modello di attribuzione.

Marketing via email

L’email marketing è uno degli elementi più comuni in una campagna pubblicitaria online. Alcuni inserzionisti lanciano campagne solo email per evidenziare offerte specifiche per il tempo o download di contenuti, mentre altri usano la posta elettronica per integrare i loro canali di marketing digitale. L’email marketing può essere molto efficace, rendendolo una scelta popolare per gli inserzionisti.

Il Remarketing

I consumatori raramente scoprono un sito Web e decidono di effettuare immediatamente un acquisto. Il percorso del cliente può essere lungo e complesso e può svolgersi su più dispositivi e siti Web per periodi di tempo prolungati. Per questo motivo, il remarketing è diventato uno degli strumenti più importanti nella cassetta degli attrezzi di un marketer digitale. Il remarketing ti consente di tenere traccia degli utenti che hanno visitato il tuo sito web, ma non sono stati convinti a convertirli in possibili clienti o ad agire in qualche modo. Ciò non solo aumenta in modo significativo la consapevolezza del marchio, ma offre anche numerose ulteriori opportunità per l’utente di rivisitare il tuo sito Web e convertire in un secondo momento. Il remarketing può essere attivato nelle campagne di ricerca e visualizzazione, nonché nelle iniziative di social advertising.

PPC e Social a pagamento: la combinazione perfetta

Combinare la portata della ricerca a pagamento e la granularità dei social a pagamento è il modo più efficace per massimizzare il ritorno sull’investimento, raggiungere nuovi clienti e far crescere la tua attività.

Hai bisogno di aiuto con la tua pubblicità online Mixer Marketing gestisce le campagne PPC e le campagne social a pagamento, offrendo agli utenti un’unica dashboard centralizzata, consigli intelligenti e personalizzati basati sulle prestazioni dell’account e una suite di strumenti progettati per aiutarti a ottenere il massimo dal tuo PPC e dalle campagne sociali a pagamento. 

INIZIA ORA A FARE VERO ADVERTISING. CHIEDICI COME


Articoli correlati

Google Shopping. Come gestire le aste e il budget

È una delle aree più difficili nella gestione delle campagne Google Shopping: come gestire le aste e il budget. Spesso

Budweiser ricorda insieme a Jim Beam la fine del proibizionismo

Budweiser ha collocato questi cartelloni all’esterno degli uffici dei “concorrenti” per celebrare la fine del proibizionismo. Il marchio ha collaborato

Content Marketing come farlo nel modo migliore

Il content marketing è un settore in crescita in cui molte aziende e persone si concentrano in questo momento. Tuttavia, la domanda