Quanto è importante la pubblicità nativa nella strategia di marketing?

Quanto è importante la pubblicità nativa nella strategia di marketing?

A nessuno piace molto la pubblicità, tranne forse ai marketer e i creativi responsabili della loro realizzazione. Il fatto è che gli annunci sono fastidiosi, in particolare gli interstitial, i banner e gli annunci video che rendono praticamente impossibile leggere un articolo o guardare un video su cui è stato fatto clic. Quindi non sorprende che l’adozione e l’uso di blocker pubblicitari siano saliti alle stelle di recente.

Un altro passo che Google ha intrapreso per contribuire a fornire un’esperienza più user-friendly è il “filtro degli annunci” pubblicato di recente che è disponibile tramite Chrome. Ciò significa che i giorni di pubblicità dirompenti potrebbero arrivare a una fine rapida. Tuttavia, Google non è l’unica azienda che prende posizione; Anche Amazon e altre grandi aziende.

VUOI SAPERE COME UTILIZZARE

IL CONTENT MARKETING PER VENDERE?

A causa di questi fattori, molti operatori di marketing hanno iniziato a rivolgersi alla pubblicità nativa per raggiungere il pubblico di destinazione. Tuttavia, mentre la pubblicità nativa sta crescendo in popolarità e utilizzo, fino al 55 percento dei marketer non la capisce appieno e cosa ha da offrire.

Perché la pubblicità nativa è così importante?

La pubblicità nativa ti offre il modo ideale per raggiungere i clienti senza creare gli annunci fastidiosi e antipatici che la maggior parte delle persone evita attivamente. Quando il contenuto viene promosso in questo modo, oltre a fornire risposte concrete aiuta anche a vendere un prodotto o un servizio.

Tipi di annunci nativi

Una delle prime cose da capire sono le opzioni pubblicitarie native disponibili oggi.

1. Annunci in-feed

Questo è, forse, il modo più popolare in cui viene utilizzata la pubblicità nativa. Piattaforme come Instagram, Facebook, Snapchat, Twitter e altri contengono questi annunci nativi. Questi possono assumere una delle due forme: promozioni nel feed o contenuti sponsorizzati.

VUOI SAPERE COME UTILIZZARE

IL CONTENT MARKETING PER VENDERE?

Il contenuto sponsorizzato prende la funzione e la forma di altri contenuti che sembrano “normali”. Non appena guardate il vostro feed di Facebook noterete delle notizie, dei veri e propri post che però hanno la dicitura “Sponsorizzato”. Questo è il metodo più naturale di gestire la pubblicità rendendola meno invasiva.

Le promozioni in-feed non si comportano come i contenuti tradizionali. La promozione infatti promuove collegamenti ai contenuti del sito in questione. Queste forme di pubblicità nativa aiutano a presentare i contenuti senza soluzione di continuità, sia sponsorizzati che generati dagli utenti, in un modo che non influisce negativamente sull’intera esperienza utente di una persona.

2. Widget dei contenuti correlati

Potresti aver notato su vari siti suggerimenti per i contenuti correlati a cui sei interessato. Questi tipi di widget di raccomandazione tipicamente includono contenuti considerati contestualmente correlati a ciò che viene letto; tuttavia, il contenuto proviene da altri editori e marchi, piuttosto che dal sito che una persona sta visitando.

Puoi notare questi widget di raccomandazioni con frasi come “consigliato per te” o “potresti anche piacerti”. L’obiettivo è farti leggere di più, ma non sentirti obbligato farlo, è una proposiione non invadente e non impositiva come può essere un popup.

3. Annunci promossi

Gli annunci promossi in genere includono servizi o prodotti, ma rispettano comunque la regola stabilita dalla pubblicità nativa che richiede l’inserimento delle informazioni nell’ambiente naturale di lettura. Le inserzioni promosse sono estremamente pertinenti e mirate e sono in genere basate sul comportamento più recente della persona online. Puoi vederle in ambienti come Ebay o Amazon, sono molto simili ai prodotti correlati, ma hanno target diversi. Vengono promossi prodotti che sono inerenti i tuoi interessi e con struttura del tutto simile alle inserzioni normali.

4. Annunci di ricerca a pagamento

VUOI SAPERE COME UTILIZZARE

IL CONTENT MARKETING PER VENDERE?

La maggior parte delle persone ha familiarità con gli annunci di ricerca a pagamento. Si tratta di un annuncio a risposta diretta che viene promosso insieme ai risultati di ricerca. Si tratta di annunci nativi perché sono visualizzati in un layout e in un formato simile ai risultati di ricerca organici. Questo è vero, anche se sono indicati come sponsorizzati.

Perché la pubblicità nativa è efficace?

Gli inserzionisti e i marchi amano utilizzare la pubblicità nativa. Ciò è dovuto principalmente al fatto che i tassi di click-through sono di solito molto più alti di quelli visti con un annuncio tradizionale. In effetti, uno studio recente ha mostrato che i consumatori interagivano con annunci nativi approssimativamente il 53 percento più spesso rispetto ad altri annunci display tradizionali.

La pubblicità nativa è un modo valido per aumentare il coinvolgimento dei tuoi prodotti o servizi eliminando al contempo fastidiosi annunci che la maggior parte delle persone non vuole vedere. È una buona idea utilizzare una rete di annunci nativi per ottenere il massimo dagli annunci che crei. Se vuoi creare annunci che hanno intenzione di ottenere un coinvolgimento e fornire un ROI significativo, la pubblicità nativa è qualcosa che dovresti prendere in considerazione.

VUOI SAPERE COME UTILIZZARE

IL CONTENT MARKETING PER VENDERE?


Articoli correlati

Come evitare che la tua pubblicità mobile venga bloccata

Social e mobile sono la coppia digitale perfetta e l’advertising su mobile è certamente una frontiera immensa che non deve

Promuovere un business locale con Facebook

Lo scorso ottobre, Facebook ha annunciato l’uscita delle Local Awareness ads, gli annunci che permettono di sfruttare la localizzazione geografica

Il local marketing digitale è più importante che mai

Ricordo quando ho iniziato a lavorare nel mondo del local marketing digitale nel 2009. Era davvero straordinario che io potessi