Facebook. Nuove metriche per i Video Ads

Facebook. Nuove metriche per i Video Ads

Facebook ha aggiornato le sue metriche sugli annunci video, portandole spiù in linea con il modo in cui le persone guardano e interagiscono con i video.

Più specificamente, Facebook sta aggiornando le metriche sugli annunci video per quanto riguarda la segnalazione del tempo totale in cui un video è stato visualizzato.

Anziché concentrarsi unicamente sulla durata, le metriche degli annunci video si stanno evolvendo per concentrarsi maggiormente sui consumi. Facebook definisce il consumo come “il numero di secondi non ripetuti che la gente guarda”.

Inoltre, Facebook sta introducendo modalità completamente nuove di reporting sulle riproduzioni video e la rimozione di alcune delle metriche più vecchie.

Misurare il “consumo” video

A differenza degli annunci video su altre piattaforme, gli utenti possono andare indietro e riprodurre parti di un annuncio video su Facebook.

Il modo in cui le persone consumano gli annunci video sta cambiando, quindi le metriche di Facebook si stanno evolvendo insieme al cambiamento nel comportamento degli utenti.

Facebook aggiornerà le metriche “Visualizzazioni video 3 secondi” e “Visualizzazioni video 10 secondi” per contare solo secondi non ripetuti. Queste metriche verranno aggiornate in Ads Manager e Page Insights.

Misurazione della riproduzione effettiva

Facebook sta introducendo una nuova metrica dell’annuncio video che misura quando qualcuno vede la riproduzione di un annuncio video.

In precedenza, Facebook potrebbe aver segnalato un’impressione video anche se il video non è stato effettivamente riprodotto a causa delle impostazioni dell’utente.

La nuova metrica “Riproduzioni video” in Ads Manager misurerà quante volte il video è stato visto in “movimento” sullo schermo di qualcuno.

Rimozione metriche ridondanti

Facebook rimuoverà le metriche “Visualizzazione video 30 secondi” e “Percentuale video osservate”. La società afferma che queste metriche sono ora ridondanti e utilizzate poco frequentemente.

Questi aggiornamenti verranno implementati a livello globale per tutti gli inserzionisti nelle prossime settimane.


Articoli correlati

Fare link building con i social network è inutile. Report

Ottenere link in entrata con i social, che poi vengano rilanciati dai social stessi, può innescare un circolo virtuoso che potremmo chiamare

Come evitare che WhatsApp condivida il tuo numero di telefono con Facebook

Quasi due anni e mezzo dopo che Facebook ha acquisito WhatsApp, e nonostante il CEO Jan Koum disse, al momento dell’acquisizione, che

Non dimenticare Bing per la pubblicità del 2017

Quasi tutti i nuovi inserzionisti pay-per-click invariabilmente iniziano con AdWords. Google detiene una quota dominante del volume di ricerca negli Stati