Creazione di una strategia di content marketing per l’e-commerce

Creazione di una strategia di content marketing per l’e-commerce

Una buona strategia di content marketing definisce il suo scopo, a chi serve e il suo formato.

Raggiungere un obiettivo deve iniziare con un piano. Nel caso del content marketing, questo piano – o strategia di content marketing – dipenderà da quanto è grande la tua azienda e da quanto denaro e tempo verrà investito. Per le piccole e medie imprese, una strategia di content marketing può essere la risposta certa e ponderata a diverse domande o esercizi di pensiero.

Ad esempio, un negozio online potrebbe voler raggiungere più potenziali clienti. Ciò potrebbe accadere se il sito web del negozio fosse ben posizionato nei motori di ricerca o posizionato per più parole chiave utili. Pertanto, un migliore rendimento del motore di ricerca potrebbe essere un obiettivo.

Una società che vende un prodotto costoso, sconosciuto o complesso potrebbe voler catturare potenziali clienti attraverso il ciclo di vendita. Il contenuto che risponde a domande o dubbi potrebbe aiutare.

Avvia la strategia di content marketing della tua azienda con obiettivi e poniti dei percorsi chiari per raggiungerli.

Creare una strategia di content marketing. Come iniziare

Una società sente parlare di content marketing. I concorrenti della società hanno un blog, e così l’azienda decide che vuole fare “content marketing”. Ma poi quell’azienda sceglie un obiettivo come “aumentare le vendite del 10% il mese prossimo”.

Ma il content marketing non è lo strumento migliore per incrementare le vendite a breve termine. Se l’obiettivo fosse di aumentare le vendite del 10% nel prossimo anno, il content marketing potrebbe essere nel mix delle strategie. Ma per aumentare le vendite il mese prossimo, dovrà usare altri strumenti come la pubblicità pay-per-click o l’email marketing che sicuramente potrebbero funzionare meglio.

In generale, il content marketing è in grado di stabilire la posizione della tua azienda sul mercato. Può aiutare ad attrarre, coinvolgere e fidelizzare i clienti. Costruisce un senso di reciprocità, in modo che i consumatori possano diventare fedeli, ripetere gli acquirenti. Sposta gli acquirenti lungo il percorso di un compratore complesso. Può portare a classifiche dei motori di ricerca molto migliori.

Pertanto la tua strategia di content marketing dovrebbe precisare bene come aiuterà l’azienda a raggiungere i suoi obiettivi. Ciò è particolarmente importante in una di medie o grandi dimensioni per convincere altri dipartimenti o colleghi di lavoro.

Creare una strategia di content marketing. Il tuo target

Sfortunatamente frasi come “capisci il tuo cliente”, “conosci il tuo pubblico” e simili sono diventati un vago cliché.

Al contrario, alcuni operatori di marketing sostengono target acquirente estremamente dettagliati. E poiché la tecnologia ha facilitato un maggior livello di personalizzazione, è persino possibile avere clienti particolari o profili di clienti in mente.

Indipendentemente da ciò, sviluppare un’idea a chi i contenuti sono destinati è importante per raggiungere veramente quel pubblico. Il livello di dettaglio può dipendere dal numero di produttori di contenuti della tua attività o da quanti profili di clienti diversi stai cercando di raggiungere.

La chiave è che hai una “immagine” precisa del tuo pubblico. Ad esempio, un’azienda che vende online attrezzatura da alpinismo potrebbe aver notato che il suo cliente target è probabilmente maschio (i rapporti mostrano una percentuale molto alta di alpinisti sono uomini), circa 33 anni e più attivo della media.

Questa comprensione potrebbe guidare le scelte di contenuto della tua azienda. Per vendere l’attrezzatura da alpinismo, un’azienda non pubblicherebbe probabilmente contenuti destinati agli adolescenti o ai sedentari.

Creare una strategia di content marketing. Dichiarazione del piano editoriale

Una delle funzioni più importanti di una strategia di content marketing è aiutarti a capire cosa non fare.

Quando ti concentri su un obiettivo e un pubblico target, elimini tutto il resto. Una dichiarazione chiara del piano editoriale può aiutare.

  • Crea priorità. Quando hai una chiara missione editoriale, è più facile dire di no ai progetti che non portano avanti quella missione.
  • Abilita la messa a fuoco coerente. Una missione editoriale documentata aiuta il tuo content marketing a rimanere sul percorso prefissato.
  • Unificare i produttori di contenuti. Se la tua squadra di contenuti include diversi redattori, la dichiarazione della missione editoriale può aiutare far convergere tutti verso l’obiettivo.
  • Quando scrivi il tuo piano editoriale, prova a rispondere a queste tre domande.

– Chi è il tuo pubblico principale?
– Che cosa dai al tuo pubblico?
– In che modo il tuo contenuto aiuta il tuo pubblico?

Cluster di argomenti

I contenuti prodotti dalla tua azienda dovrebbero aiutare le persone. I tuoi articoli, video o podcast dovrebbero essere utili, istruttivi o divertenti. Il tuo pubblico dovrebbe ricevere un valore reale.

Inoltre, i contenuti dovrebbero essere in argomento con la tua azienda. Utilizzando i tuoi obiettivi, il pubblico di destinazione e il piano editoriale come le guide, concentrati su alcuni argomenti in cui la tua azienda può essere posizionata come leader.

Pianificare il contenuto attorno a un cluster di argomenti può anche aiutare con l’ottimizzazione dei motori di ricerca.

“La concorrenza sui risultati nei motori di ricerca è intensa e, di conseguenza, le pratiche SEO si sono evolute in un nuovo modello sfruttato da molti siti web incentrati sui contenuti”

La SEO sta ora passando a un modello di cluster di argomenti, in cui una singola pagina “pilastro” funge da hub principale di contenuti per un argomento generale e più pagine di contenuto correlate allo stesso argomento rimandano alla pagina pilastro e vicendevolmente. Questa azione di collegamento segnala ai motori di ricerca che la pagina base è un’autorità sull’argomento e, nel tempo, la pagina potrebbe essere posizionata sempre più in alto per l’argomento trattato. Il modello di cluster tematico, nella sua essenza, è un modo di organizzare le pagine di contenuti di un sito usando un’architettura più pulita e più precisa.

Vuoi implementare un piano di content marketing? Fallo col nostro aiuto


Articoli correlati

Roma, crolla il tetto della chiesa di San Giuseppe dei Falegnami

Un crollo improvviso e nella chiesa di San Giuseppe dei Falegnami, in Clivio Argentario. Erano appena le 15 quando praticamente tutto

5 modi per utilizzare le recensioni dei clienti nel tuo sito e gli errori da evitare

Le recensioni dei tuoi clienti possono essere una delle forme di conversione più potenti mai utilizzate

Renzo Piano pensa al nuovo ponte di Genova

Renzo Piano e Genova, un amore lungo una vita, dopotutto è nato nel capoluogo ligure 80 anni fa. Suo il