Seo copy, scrivi per Google o per le persone?

Seo copy, scrivi per Google o per le persone?

Se scrivi articoli per il web e arriva l’inevitabile dibattito “scrivi per i motori di ricerca o scrivi per le persone”. È un po’ strano, davvero.

Se non ci sono novità sono le persone che usano i motori di ricerca, non qualche altra forma di vita. Quindi scrivi sempre per le persone.

Ovviamente, il dibattito deriva dal fatto che i motori di ricerca sono alimentati da algoritmi informatici. Ma siccome i motori di ricerca sono diventati più intelligenti, scrivere un testo che piace alle persone e che soddisfa gli spider dei motori di ricerca non è poi così difficile.

Diamo un’occhiata a quattro fattori che funzionano bene per la SEO e vediamo quanto soddisfano i bisogni delle persone.

1. Contenuto accattivante

L’attrazione è l’aspetto più importante della pratica di ottimizzazione dei motori di ricerca. Google esamina i link che puntano al tuo dominio e quelli che puntano a pagine particolari. Facendo un ulteriore passo avanti, Google tiene anche in considerazione le parole che le persone usano quando si collegano a te (testo di ancoraggio) come segnale attendibile di pertinenza delle parole chiave.

VUOI SAPERE COME GESTIRE I TUOI CONTENUTI?

CONTATTACI

Mentre è ancora possibile acquistare i link (semplicemente non bisogna farsi cogliere con le mani nel sacco), non c’è modo di “ingannare” qualcuno per farlo collegare a te. Le persone si collegano perché c’è qualcosa per loro e perché qualcosa sui tuoi contenuti li costringe a farlo. I SEO più intelligenti creano contenuti straordinari preziosi, controversi, divertenti, supponenti, accattivanti, illuminati, ecc.

Poiché Google ha tonnellate di informazioni grazie ad AdWords, AdSense, Analytics, Google Reader, Toolbar e lo Strumento per ottimizzare il sito, il contenuto che le persone trovano convincente continuerà a costituire il più grande fattore di ottimizzazione dei motori di ricerca.

2. Pagine di destinazione dei contenuti

Una strategia intelligente per il content marketing e chiunque costruisca un sito autorevole è creare risorse con contenuti validi relativi agli argomenti più importanti che discuti nel sito. Questo è contenuto fondamentale, perché sono le informazioni di base su cui è costruito il tuo sito.

Invece di un singolo post, realizza, per il contenuto base del tuo sito, una serie di tutorial e aggregalo in quella che è nota come pagina di destinazione dei contenuti che è chiaramente incentrata sulla parola chiave che ti interessa.

Questa è una strategia SEO forte perché si uniscono un sacco di contenuti su una pagina ottimizzata per la ricerca. Questo indirizza la maggior parte dei collegamenti a quella pagina e consente un facile collegamento incrociato nei contenuti futuri e richiede il social bookmarking e la condivisione.

Ma la vera ragione per cui funziona è perché le persone ne sono attratte. Data la consueta natura cronologica di un blog, la pagina è altamente utilizzabile e utile come risorsa per le persone che vogliono approfondire i tuoi contenuti.

VUOI SAPERE COME GESTIRE I TUOI CONTENUTI?

CONTATTACI

3. Parlare la lingua del tuo pubblico

Resta da vedere se Google passerà mai all’utilizzo dei dati sui collegamenti. Ma un fatto è certo: Google deve far corrispondere cosa tratta una pagina con quello che le persone stanno cercando. Il che significa che le tue parole devono combaciare con il modo in cui le persone che speri di raggiungere di più amano parlarne.

La ricerca di parole chiave e l’uso di frasi di parole chiave all’interno dei contenuti è l’area in cui alcuni scrittori e blogger del web sembrano non capire l’importanza del linguaggio. Chiunque non sia interessato a comprendere e rispecchiare la lingua utilizzata dal pubblico a cui è destinato non è interessato ad essere un comunicatore efficace, non solo al traffico dei motori di ricerca.

Dire ai motori di ricerca che quello di cui stai parlando è la stessa cosa che le persone stanno cercando è la migliore SEO. Ma a parte i motori di ricerca, la capacità di conoscere e rispecchiare la lingua del pubblico è un dono straordinario che ci è stato dato grazie ai dati di ricerca. Perché non usarlo quando le persone lo desiderano?

4. Migliora la leggibilità

Una buona SEO rende il contenuto più leggibile? Sicuramente si.

È vero. Quando si implementa l’intera gamma di best practice SEO, ci si classifica bene con contenuti eccezionalmente intuitivi. Riempire un testo di parole chiave non è ciò che Google vuole. E nemmeno le persone.

Fare bene del copywriting SEO vuole dire fare le cose in modo logico e informato, il contenuto non è pieno di parole chiave. È naturale, avvincente ed efficace.

VUOI SAPERE COME GESTIRE I TUOI CONTENUTI?

CONTATTACI