Nuova invenzione della Despe per il mondo delle costruzioni: Self Climbing Kokoon

Nuova invenzione della Despe per il mondo delle costruzioni: Self Climbing Kokoon

L’atto della demolizione è un’attività che deve essere condotta secondo specifici criteri e mettendo in campo le tecnologie più avanzate al fine di raggiungere ottimi risultati con il minore sforzo e la massima sicurezza: Despe nel 2012, ha creato una struttura al top da questo punto di vista, il Topdownway® .

Ma nel 2017, l’azienda bergamasca ha optato per un deciso cambio di rotta, accettando la sfida di costruire una macchina per la COSTRUZIONE di grattacieli, il “ Self Climbing Kokoon”®, Il Self Climbing Kokoon® è una struttura messa a punto dalla Despe Spa per eseguire con maggiore sicurezza e velocità la costruzione di grattacieli ed è utilizzato al momento dalla Metropolitan Walters LLC a New York, che stanno utilizzando questo “guscio” all’avanguardia per la costruzione del complesso One Manhattan West di Brookfield.

Lo strumento messo a punto dagli esperti della squadra di Stefano Panseri ha dimostrato di essere un vero “game changing” all’interno del settore dell’edilizia, dando modo alle aziende di lavorare con maggiore celerità e facilità senza perdere però nulla a livello qualitativo. Il sistema è stato così definito dal responsabile dell’azienda americana, il quale non smette di tessere le lodi di questa “guscio” abile, in un contesto così complesso come quello delle costruzioni in metropoli come quella americana, di dare ai lavoratori spazi aggiuntivi di lavoro ed una facilità di gestione non comune in “strumenti” simili.

Questo perché il Self Climbing Kokoon® non solo mette a disposizione della squadra impegnata nelle attività in loco una gabbia di sicurezza priva di sbavature ma è in grado di migliorare l’approccio al lavoro a livello logistico, fornendo come già anticipato maggiore metratura calpestabile ed vie di fuga importanti. Se a questo si aggiungono la facilità di costruzione della stessa e tutti gli “optional” presenti come varie utilities e diversi strumenti riesce facile comprendere le ragioni che la portino ad essere così apprezzata a livello internazionale.

Soprattutto perché il Self Climbing Kokoon® possiede qualcosa che altre strutture simili non hanno: la capacità di salire in modo autonomo lungo le facciate del grattacielo. Abbiamo più di mille sensori sul bozzolo che consentono di monitorare oltre 220 martinetti idraulici. Usando questo sistema siamo in grado di gestire un “salto” di due piani in meno di tre ore e mezza, ed in massima sicurezza. Se durante questo passaggio i sensori rilevano disallineamenti dei martinetti maggiori di 10 mm, il lavoro viene automaticamente arrestato e riallineato Importante da sottolineare: bastano tre ingegneri per sorvegliare l’intero processo operativo.

Tornando alla collaborazione tra l’azienda bergamasca e quella statunitense, tutto è nato nel momento in cui il committente di quest’ultima ha richiesto che venisse utilizzata un’ulteriore struttura a protezione e caso volle che il responsabile della Metropolitan Walters LLC si trovasse a visitare un sito di demolizione della Despe a Glasgow nel quale il TopDownWay® era in uso. Partendo da una semplice curiosità ci si è resi poi conto che la struttura non era perfetta solo come supporto di sicurezza e lavoro per le demolizioni ma che lo era altrettanto anche per il processo inverso: quello della costruzione.

Il resto è storia di un successo così importante tanto da essere documentata dalle riviste di settore e non solo: rappresenta un’ulteriore innovazione nell’ambito edilizio in grado di portare ancora una volta la bergamasca Despe al top del suo campo di azione.


Tag assegnati a questo articolo:
Despe

Articoli correlati

Agenzia di recruiting Alpha srl. Ricerca collaboratori Padova – 0495010637

Il mondo del lavoro è una giungla nella quale sia coloro che cercano un impiego sia le aziende spesso fanno

Nicola Lucca e la conoscenza del vino Romanée-Conti

Nicola Lucca ed Enzio Lucca: due nomi che all’interno del settore della produzione vinicola raccontano una storia di successi e

Corso di Luxury Real Estate di ESE: diventare immobiliaristi di lusso

Il settore del lusso nell’immobiliare rappresenta un punto di arrivo per gli agenti professionisti e anche per chi volesse intraprendere