Lazio, sorveglianza per chi viene da Nord

Lazio, sorveglianza per chi viene da Nord

Ordinanza Regione,gestori trasporti diano nominativi. 84 contagi

Per chi arriva nel Lazio dalle aree chiuse dall’ultimo decreto obbligo di quarantena e comunicazione alla Asl e divieto di spostamenti e viaggi. La chiusura di piscine, palestre e centri benessere. Obbligo per chi gestisce i trasporti aerei, ferroviari e autostradali di fornire i nominativi dei viaggiatori in ingresso. Lo dispone l’ordinanza della Regione Lazio per contenere gli effetti del coronavirus.
   

Le misure sono state prese dopo l’esodo ed il flusso di persone dal nord proprio dopo che ieri sera erano circolate le voci sulle nuove aree ristrette decise dal decreto. Un vero esodo che potrebbe far aumentare il contagio anche nelle regioni meno colpite. Nel Lazio i contagi sono a quota 84. I ricoverati sono 47 mentre in terapia intensiva si trovano otto persone e 26 in isolamento domiciliare. I pazienti dimessi, che hanno superato la fase clinica e che sono negativi, sono 263. I decessi sono quattro, tutti di pazienti in età avanzata e con quadro clinico grave.

Giorgio Muscas

Giorgio Muscas

Esperto in criptovalute mi dedico all'economia e alla politica. Il giornalismo è la mia vera passione