Australia. Incendi minacciano città già state bruciate

Australia. Incendi minacciano città già state bruciate

Circondato da colline bruciate di nero come fuliggine, con case appiattite e bestiame decimato, gli australiani nell’est del paese hanno affrontato un nuovo round di incendi boschivi sovralimentati mentre i venti forti hanno respinto gli incendi verso città che avevano già bruciato almeno una volta prima.

Le aree dello stato di Victoria e dell’Australia meridionale erano sotto gli ordini di evacuazione. Batlow, una città coltivata a mele nel Nuovo Galles del Sud è sopravvissuta a malapena a una giornata di fiamme di 50 piedi lo scorso sabato. Ai residenti era appena stato permesso di tornare per capire cosa era perduto e come proteggere ciò che rimaneva.

È come se il fuoco fosse un essere senziente“, ha detto Sulari Gentill, romanziere con marito e figlio che fanno i pompieri volontari a Batlow. “Sembra che stia arrivando a prenderci.”

La semplice implacabilità degli incendi – che hanno bruciato più di 15 milioni di acri, ucciso almeno 24 persone e distrutto circa 2.000 case – sta spingendo sempre più l’Australia oltre la modalità di crisi in un miscuglio di contemplazione, rabbia e stanchezza traumatizzata.

Ciò è particolarmente vero nelle dozzine di luoghi che subiscono ripetute minacce di incendi, in cui i vigili del fuoco e i residenti assediati sono intrappolati tra fumo e pericolo.

I vicini si abbracciano e scuotono la testa, chiedendosi perché una casa sia andata in fiamme e quella della porta accanto no. Sorridono al cinguettio di un uccello, un segno di normalità.

Gli incendi hanno iniziato a salire. I venti spingevano oltre 90 km all’ora in alcune aree mentre il calore bruciava nella parte posteriore della gola. Sull’isola del canguro, dove gli ecologi temono che gli incendi possano uccidere animali selvatici unici e in via di estinzione, i funzionari hanno riferito che metà dell’isola era stata bruciata.

Più a nord e ad ovest sulla terraferma, le temperature sono salite vicino ai 40 gradi attraverso un’ampia fascia delle Snowy Mountains, che si estendono per centinaia di km dal Nuovo Galles del Sud a sud fino a Victoria.

I funzionari del Nuovo Galles del Sud riferiscono che un paio di incendi nelle vicinanze stavano per fondersi e che i fulmini avevano avviato nuovi incendi a nord. Le autorità di Victoria hanno anche aggiunto diverse città agli avvisi di emergenza, con una dozzina ritenuta troppo pericolosa per chiunque, tra cui Buchan, dove i Carney si erano accalcati.

Sulla strada che portava in città, Mason Johnson stava cercando di tornare a casa per consegnare fieno e materiali per costruire un cortile per il bestiame.