Ricerca mobile Google. La velocità è un fattore di ranking | ExpoitalyOnline

Ricerca mobile Google. La velocità è un fattore di ranking

Ricerca mobile Google. La velocità è un fattore di ranking

Secondo Gary  Illyes è imminente per Google la fase di test di un indice dedicato completamente alla ricerca tramite cellulare. Questo nuovo indice sarà per Google il massimo della qualità della ricerca mobile. Big G vuole essere sicuro di lanciare il servizio solamente quando i risultati saranno simili a quelli da desktop o potenzialmente migliori. Ci sono molte ragioni per cui il passaggio ad un indice tutto dedicato ai cellulari è complicato. La prima cosa è che il mobile non è facilmente posizionabile geograficamente al contrario del desktop. Inoltre molti siti nella loro versione mobile sono una piccolissima parte di ciò che è invece disponibile per il desktop appunto la mancanza di contenuti può ad esempio falsare le serp perché risulteranno dalla ricerca indicizzata solo su mobile.

La velocità sarà un ranking factor

Gary Illyes di Google ha discusso poi su quanto la velocità di caricamento di un sito mobile sarebbe stato inserito nel primo indice dedicato al mobile. In pratica hanno confermato che la velocità di caricamento di un sito  mobile sarà parte integrante del ranking, modificherà quindi il posizionamento sull’indice dedicato ai cellulari. In Google sperano di avere il componente velocità pronto per quando l’indice verrà ufficialmente lanciato.

Recentemente, Google aveva invece detto che la velocità non sarebbe stato un fattore di ranking in ambito mobile il che significa che anche siti che ci mettono 30 secondi per caricarsi non sarebbero penalizzati nei risultati della ricerca, nonostante questa loro lentezza porti ad una brutta esperienza utente.

Illyes ha spiegato che il modo in cui Google calcola la velocità per le versioni desktop non va bene per sul mobile, quindi hanno bisogno di lanciare una nuova versione per sistemi portatili.

E’ quindi importante per i SEO e per i proprietari di siti di prendere in considerazione l’ottimizzazione page speed, dal momento che molti siti sono ancora estremamente lenti sul cellulare, per essere quindi pronti per il prossimo nuovo indice.

Inoltre se non si è ancora implementato AMP, allora si deve prendere in considerazione di sistemare tecnicamente il sito e di provarlo tramite la pagina di test di Google Developer.

Quando il lancio del nuovo indice sarà vicino verranno indicate più specifiche sulla velocità come parte del ranking mobile, e se si avvierà con il nuovo indice o come componente successivo.


Articoli correlati

Samantha Cristoforetti: posticipato rientro sulla terra

La prima donna italiana nello spazio tornerà sulla terra in ritardo, a causa di un problema tecnico. Samantha Cristoforetti doveva 

I siti Mobile Friendly si posizionano meglio su Google. Report

Quest’anno Google ha attivato #Mobilegeddon, una sfida per i siti web a passare alla modalità responsive (cioè la possibilità di essere

YouTube Kids, a ogni bimbo il suo profilo

YouTube aggiorna Kids, l’applicazione lanciata nel 2015 e dedicata ai più piccoli. La compagnia ha infatti annunciato cambiamenti sia nell’aspetto,