Twitter contro gli abusi nei social network

Twitter contro gli abusi nei social network

Twitter ha pubblicato sul suo blog una nota in cui rende noto l’impegno profuso durante questo anno contro l’abuso e lo stalking sui social network.

“Noi crediamo che la proteggere gli utenti da abusi e molestie è una parte vitale per dare potere alle persone di esprimersi liberamente su Twitter.” Con queste parole apre l’articolo di Megan Cristina.

“Oggi, come parte dei nostri continui sforzi per combattere gli abusi, stiamo aggiornando le regole di Twitter per chiarire ciò che noi consideriamo essere comportamenti abusivi e comportamento di odio razziale e/o di genere. Il regolamento sottolinea che Twitter non tollererà comportamenti destinati a molestare, intimidire, o minacciare di mettere a tacere la voce di un altro utente. Come sempre, noi abbracciamo e incoraggiamo diverse opinioni e convinzioni – e continueremo ad agire sugli account che superano la linea delle regole.

Nel corso dell’ultimo anno, abbiamo preso diverse misure per combattere gli abusi, al fine di tutelare la libertà di espressione: abbiamo dato il potere agli utenti tramite gli strumenti per il blocco, il muting e la segnalazione di comportamento abusivo, e si è evoluta la nostra politica per catturare più tipi di comportamento abusivo . Abbiamo anche aumentato i nostri investimenti per applicare le policy in modo da poter gestire più report con maggiore efficienza, e sostenere risorse educative attraverso una nuova Safety Center Twitter.

Una delle aree che abbiamo trovato per essere efficaci in questa strategia a più livelli per combattere l’abuso da parte di utenti scorretti è la creazione di azioni obbligatorie quando si per sospetta un comportamento abusivo, come la posta elettronica e la verifica telefonica, e la cancellazione di utenti per le violazione delle regole. Queste misure frenano comportamenti abusivi, aiutando la comunità a capire ciò che è accettabile scrivere sulla nostra piattaforma.

Mantenere gli utenti al sicuro richiede un approccio globale ed equilibrato dove ognuno ha un ruolo. Noi continueremo a lavorare su queste iniziative per potenziare i mezzi attraverso i quali i nostri utenti siano sicuri e che Twitter rimanga una piattaforma libera per esprimersi.”

Alessandro Trizio

Alessandro Trizio

Consulente Senior di diritto sul web e analisi informatiche forensi. E' direttore del reparto di bonifica reputazionale e crisis management.


Articoli correlati

Twitter. Sei un informatore, promoter o un chiacchierone?

Con i suoi 302 milioni di utenti attivi al mese che inviano mezzo miliardo di tweet al giorno, puoi star certo che

Facebook. Cala il traffico verso i siti dei publisher

SimpleReach una grande agenzia di misurazione e analisi web ha effettuato una ricerca sul traffico portato da Facebook verso i

3 tendenze che stanno ridefinendo i social network

Il fascino dei social network come Facebook sta lentamente diminuendo. Molti utenti dei social media si stancano di scorrere i