Rendere sicuro WordPress

Rendere sicuro WordPress

WordPress è un popolare sistema di gestione dei contenuti ma anche un obiettivo per gli hacker. Secondo W3Techs, la piattaforma WordPress rappresenta oltre il 25% dei siti Web in tutto il mondo. È noto che WordPress non è più solo una piattaforma di blogging. La maggior parte dei siti WordPress serve una vasta gamma di altri scopi. Il peggior incubo per uno sviluppatore WordPress è quello di vedere i suoi siti web in mano a spammer o cracker. Le intrusioni sono molto comuni e accadono frequentemente, il 38,9% degli sviluppatori hanno segnalato un sito compromesso negli ultimi 12 mesi. Fondamentalmente rendere sicuro WordPress o il Security Hardening significa fondamentalmente prendere provvedimenti precauzionali e preventivi per bloccare il tuo sito WordPress ad intrusi. 

Al giorno d’oggi la sicurezza è la preoccupazione più importante per le imprese. WordPress è un sistema molto malleabile e viene utilizzato con un grande numero di plugin. I plugin sono a tutti gli effetti applicazioni esterne. Il codice di un plugin può fare qualsiasi cosa in quanto agisce esattamente come un amministratore del sito.

VUOI ESPERTI DI WORDPRESS A TUA DISPOSIZIONE SUBITO?

CONTATTACI

Nella maggior parte dei casi, l’intrusione di siti Web avviene principalmente perché gli utenti continuano a seguire le peggiori pratiche di sicurezza. Questi errori includono l’utilizzo di versioni WordPress obsolete, la gestione delle credenziali non appropriate e altro ancora. La maggior parte degli utenti di WordPress non ha le conoscenze necessarie sulla sicurezza di WordPress, questo rende vulnerabili i propri siti web. I gestori di siti WordPress devono avere presente che le pratiche di sicurezza, una volta implementate, proteggeranno per i loro siti web ma non per sempre, dovranno sempre essere riviste e aggiornate. 

Cosa rende WordPress un bersaglio per gli hacker?

Secondo un’indagine recente il 73% dei 40.000 WordPress più popolari è vulnerabile agli attacchi.

WordPress è il CMS più popolare e questo ha portato a un ecosistema che include oltre 42.000 plug-in. I plugin sono una risorsa molto importante per un sito WordPress ma come abbiamo detto sono molto invasivi. Una media di oltre 10 plug-in  è in uso su ogni sito web. Il vantaggio principale di WordPress è la sua estensibilità. Tuttavia, è anche la causa del vasto numero di vulnerabilità di sicurezza di WordPress. Come da un’indagine condotta da Wordfence, circa il 61,1% dei siti WordPress è stato personalizzato in modo sostanziale.

VUOI ESPERTI DI WORDPRESS A TUA DISPOSIZIONE SUBITO?

CONTATTACI

Con una moltitudine di combinazioni di temi e plugin, le vulnerabilità continuano a esistere e vengono scoperte di nuove ogni giorno. Ogni nuovo plugin è incline ad aggiungere ulteriori vulnerabilità.

Le principali vulnerabilità

Ci sono tre componenti principali di WordPress che sono importanti dal punto di vista della sicurezza.

  • Core: i file di installazione di base di WordPress di default che forniscono la maggior parte delle funzionalità.
  • Plugin: codice aggiuntivo per migliorare ed estendere le funzionalità di base.
  • Tema: il livello di presentazione che può offrire alcune funzionalità estese limitate.

Un punto da notare è che le vulnerabilità di sicurezza di WordPress vanno oltre il nucleo dei temi o dei plugin di terze parti. Un recente rapporto di wpscan.org, afferma che dalle 3.972 vulnerabilità di sicurezza di WordPress note:

Il 52% proviene da plugin WordPress

Il 37% proviene da core WordPress

L’11% proviene da temi WordPress

L’obiettivo di un hacker di un sito Web è di ottenere l’accesso non autorizzato al tuo sito WordPress con accesso amministrativo. Questo viene fatto dal dashboard di WordPress o dal lato server inserendo script o file. L’hacking potrebbe non essere sempre avviato da una persona; i termini sottostanti sono solitamente usati per descrivere il sistema di hacking:

  • Single Bot è un sistema automatico in grado di attaccare un sito alla volta o un numero limitato di siti contemporaneamente. Gli attacchi sono di solito attacchi non sofisticati.
  • Una persona che entra manualmente nei sistemi di hacking attacca un sito alla volta. Questo metodo è lento ma completo.
  • Una botnet è un gruppo di computer che allo stesso tempo attacca rapidamente più siti. Questi attacchi non sono sofisticati, ma un numero elevato di computer agisce contemporaneamente

VUOI ESPERTI DI WORDPRESS A TUA DISPOSIZIONE SUBITO?

CONTATTACI

Cosa deve essere protetto?

Non si tratta solo di proteggere il sito web e i suoi file ma molte altre parti. I dati dell’utente o del cliente sono i più importanti da proteggere. Il database WordPress MySQL è il back-end di WordPress memorizza questi dati.

È necessario proteggere principalmente i dati dei clienti. Se il sito Web non è sicuro e viene violato, i dati diventano impossibili da ripristinare.

Quindi, è necessario proteggere il tuo sito web. Ciò include anche la protezione dei file del sito web. Sarebbe disastroso se un utente malintenzionato fosse in grado di leggere o modificare i file del tuo sito Web o il codice sorgente. Possono raccogliere dati sensibili e anche ottenere l’accesso da amministratore. Una volta che i file sono stati compromessi, anche i dati dell’utente vengono compromessi.

Oltre a tecniche precise che si può leggere su questo articolo
Mettere in sicurezza WordPress. Guida ad un sito sicuro è però importante entrare nell’ordine di idee che la sicurezza informatica non può più essere un optional, deve essere parte della propria conduzione aziendale.

VUOI ESPERTI DI WORDPRESS A TUA DISPOSIZIONE SUBITO?

CONTATTACI

Articoli correlati

Perché i marchi B2B devono investire nel brand marketing

La creatività e la narrazione erano viste in precedenza come un lusso offerto ai marchi B2C, ma i marketer B2B

Medici italiani salvano un leone con un robot chirurgico

Leonardo, un leone di otto anni, ha subito un eccezionale intervento presso l’Ospedale Veterinario dell’Università di Lodi, per rimuovere un

Shopping su Instagram ora disponibile anche per l’Italia

Nell’autunno 2017, Instagram ha consentito lo shopping su Instagram per i commercianti statunitensi attraverso il negozio su Facebook. Questa funzione