Facebook. Il post perfetto: cosa pubblicare per ottenere risultati migliori

Facebook. Il post perfetto: cosa pubblicare per ottenere risultati migliori

Pubblichi sulla tua pagina Facebook dei contenuti per la tua azienda sperando che funzioni, che diventi virale o che sia notato da possibili clienti.

I post di Facebook in particolare, dato il notevole calo di copertura dei nuovi algoritmi, possono sembrare un mistero. Come crei il post di Facebook perfetto? Esiste il post di Facebook perfetto?

Siamo andati alla ricerca di risposte e ci siamo imbattuti in un mucchio di best practice ed esempi di ciò che crea un post di Facebook perfetto. Ecco cosa devi fare per avere il meglio dal tuo social network.

Anatomia di un post perfetto

Ecco come vengono indicati dai più i cinque ingredienti che vanno in un post di Facebook perfetto . Vedremo comunque più in dettaglio ciascuno di questi nell’articolo.

Un post di Facebook perfetto:

  1. C’è un link
  2. E’ breve: 40 caratteri o meno
  3. Viene pubblicato in orari non di punta
  4. Segue altri post su base regolare
  5. Tempestivo e degno di nota

Diverse pagine di Facebook hanno riscontrato un grande successo con questo particolare stile di post. Molte pagine Facebook che hanno un engagement alto abitualmente uniscono gli elementi di tipo, lunghezza e immagini creando post molto simili e riconoscibili dall’utenza.

Naturalmente, come con tutte le migliori pratiche menzionate puoi prenderle come punto di partenza per i tuoi esperimenti e test. Noi li riportiamo in quanto presenti in moltissime ricerche del settore.

1. Un post di Facebook perfetto è un post con un link

I post che utilizzano il formato link di Facebook incorporato ricevono il doppio dei clic rispetto ai link digitati in un aggiornamento fotografico.

I dati provengono  da Facebook stesso , che ha effettuato studi sul numero di clic per diversi tipi di post. Le loro analisi suggeriscono che il formato del link supera le foto e le loro linee guida puntano a un post di tipo status, foto, link, video, che si adatta alla storia.

Quando si condividono contenuti su Facebook, la scelta è spesso tra la condivisione come collegamento e la condivisione come foto. Sembrerebbe che i risultati migliori siano dati dai collegamenti con link al sito.

Che aspetto ha un post con un link rispetto a un post fotografico?

I post con link sfruttano i meta tag dalla pagina Web, incluse le informazioni sul titolo della pagina, la descrizione e le foto. Quando si incolla un collegamento nella casella di aggiornamento sulla pagina di Facebook, il sistema estrarrà automaticamente queste informazioni e le inserirà in un formato di collegamento.
Ecco un esempio di un post con link.

I post fotografici richiedono il caricamento e il collegamento di una foto all’aggiornamento. La foto è isolata, al di sotto del testo personalizzato che hai scelto di aggiungere. Puoi includere anche un collegamento nel testo personalizzato (questi sono i link che non riescono ad ottenere la migliore percentuale di clic rispetto ai post di collegamento).
Ecco un esempio di post fotografico.

Per condividere un collegamento, copia e incolla un URL nella finestra del compositore.

Dopo un secondo o due, Facebook mostrerà la meta-informazione del link: titolo, descrizione e foto.

Quando ciò accade, puoi eliminare l’URL dalla finestra del compositore e digitare il testo senza alcun altro link.

Per ottenere risultati perfettamente corretti con il link che condividi, puoi controllare il testo e l’immagine modificando i tag sulla tua pagina. 

Ma oltre a cosa scrivere c’è una quantità precisa di parole?

2. Un post di Facebook perfetto è breve, 40 caratteri se possibile

I messaggi di questa lunghezza tendono a ricevere un tasso di commento più alti, in altre parole, maggiore coinvolgimento. 

Uno studio di Buddy Media su 100 top post su Facebook ha rilevato che in media 40 caratteri o meno ricevono il maggior numero di engagement (capita anche che questi post ultra short siano i tipi di post meno frequenti su Facebook). E’ evidente però che i post con 40 caratteri sono esclusivamente post link, altrimenti non si riesce a comunicare praticamente nulla. Altri studi hanno confermato la massima “più breve è meglio”. BlitzLocal ha studiato  11.000 pagine di Facebook e ha scoperto che il coinvolgimento aumentava man mano che i post si accorciavano. Track Social ha notato lo stesso effetto nel suo studio: i cosiddetti post “piccoli” da zero a 70 caratteri hanno visto il maggior numero di Mi piace, commenti e risposte.

VUOI UNA COMUNICAZIONE PERFETTA SUI TUOI SOCIAL?

CONTATTACI

3. Un post di Facebook perfetto viene inviato in orari non di punta

La procedura di pensiero è la seguente: competi con centinaia di migliaia di post per essere visto nei feed di notizie Facebook dei tuoi fan. Se pubblichi i tuoi aggiornamenti quando pochi altri postano, i tuoi aggiornamenti hanno una migliore possibilità di farcela.

In uno studio di 5.800 pagine e il tracciamento di oltre 1,5 milioni di post, Track Maven ha messo a punto le migliori pratiche e i consigli per i brand. Tra i suggerimenti, pubblicare il sabato e la domenica e postare dopo le normali ore di lavoro.

VUOI UNA COMUNICAZIONE PERFETTA SUI TUOI SOCIAL?

CONTATTACI

La finestra migliore per un giorno lavorativo è dalle 17:00 in poi. Per un altro specchio con poca concorrenza, prova a postare nel fine settimana.

4. Un post su Facebook perfetto fa parte di una strategia di condivisione coerente

Mark Schaefer e Tom Webster hanno analizzato i dati su 8.000 pagine Facebook (dati fornitida AgoraPulse ) per identificare in che modo i marchi sono stati influenzati dall’apparente diminuzione della copertura organica. Sono risaltate alcune statistiche interessanti (oltre il 70% delle pagine mostrava un calo del 30% o più della copertura organica) e alcune best practice da una manciata di pagine che hanno avuto successo.

In particolare, si sono concentrati su quattro pagine che avevano trovato successo e le quattro caratteristiche che ogni pagina aveva in comune:Si rivolgono a un pubblico con una forte passione

Pubblicano contenuti molto buoni (almeno, molto buoni per il loro pubblico di destinazione)

Pubblicano in modo molto coerente (almeno una volta al giorno, spesso di più)

Ottengono un sacco di condivisioni (grazie ai 3 punti sopra) e le condivisioni sono ciò che offre il più alto livello di visibilità “virale” per il contenuto di una pagina.

VUOI UNA COMUNICAZIONE PERFETTA SUI TUOI SOCIAL?

CONTATTACI

Supponiamo che tu abbia un pubblico che è appassionato della tua pagina (motivo per cui sono diventati fan, giusto?).

Supponiamo anche che stiate pubblicando buoni contenuti.

Qual è il terzo ingrediente chiave?

Coerenza.

Le pagine di successo in questo studio pubblicano almeno una volta al giorno, creando un’aspettativa tra i propri fan di contenuti coerenti e di qualità. Ci sono diversi modi per mantenere una regolarità con i tuoi post di Facebook; imposta un calendario di contenuti, puoi utilizzare anche un semplice calendario di Google con i suoi alert. Quindi inizia a riempire la coda di pubblicazione con contenuti di qualità.

5. Un post di Facebook perfetto include un elemento di tendenza

Quest’ultimo punto potrebbe non essere applicabile ad alcuni marchi il cui contenuto e prodotto non si prestano bene alla tempestività.

Se c’è un modo per far comunque parte di argomenti di tendenza giornalieri per il tuo post di Facebook, fallo. Non inserirti però in ambiti dove non c’entri assolutamente nulla, sarebbe un danno d’immagine.

Le ultime modifiche di Facebook all’algoritmo del feed di notizie danno un leggero impulso agli argomenti di tendenza.
Gli argomenti in tendenza sono spesso inerenti notizie giornalistiche, televisive, o sportive del momento e conversazioni che sono popolari tra gli utenti.

VUOI UNA COMUNICAZIONE PERFETTA SUI TUOI SOCIAL?

CONTATTACI

Articoli correlati

I post del vostro blog sono interessanti? Il test per verificare

Se cerchiamo informazioni volte a scrivere post per un blog personale o aziendale, troveremo davvero una montagna di informazioni. Ma

Cos’è il Content Marketing e come può aiutarvi a vendere

Il Content Marketing è una strategia di comunicazione che rappresenta un’evoluzione e un cambiamento netto del classico modo di fare

Le Keywords nei meta tag. Google le considera ancora?

Le Keywords inserite nei meta tag. Google le considera ancora ai fini del posizionamento fra i risultati? Una volta erano considerate