Trizio Consulting

Genova. Andrea Zanelli nuova promessa del Motocross?

Genova. Andrea Zanelli nuova promessa del Motocross?
ilBuonsenso

Sarà presto una nuova promessa di questo sport, che da tempo non vede nuovi campioni di calibro tra i giovanissimi.

Andrea Zanelli, nato appena 15 anni fa a Genova, ha destato a sorpresa l’attenzione degli addetti ai lavori con la sua HONDA CRF 450 2020 nelle ultime settimane.

Questo ragazzo proveniente dalla Valpolcevera ha fatto mangiare la polvere a molti suoi coetanei di Genova e dati i risultati finora raggiunti non è difficile ipotizzare, per lui, una carriera di livello.

Un ragazzo che fin da piccolo ha coltivato una passione che potrebbe portarlo davvero in alto.

Andrea Zanelli è già conosciuto dagli appassionati per via della diffusione sui social di contenuti relativi alle moto da motocross. Questo giovane corridore non ama, infatti, solo sfrecciare con la sua moto in percorsi complessi e rischiosi per tenersi in continuo allenamento, ma coltiva una forte passione per le motociclette che lo ha spinto nel tempo a studiare il loro funzionamento e a condividere il suo sapere con gli altri.

Andrea Zanelli è un ragazzo genovese come tanti altri che è possibile incontrare in Sampierdarena, con una differenza sostanziale: ha la velocità che gli scorre nel sangue e il desiderio di correre più forte del vento sulle piste da motocross.

Per lui le corse in pista sono troppo semplici e prive di quel brivido che si può provare solo quando si percorrono i sentieri sterrati dei crossodromi.

Il fatto che non sempre il motocross raggiunga i canali di sport mainstream non significa che non presenti corridori di alta caratura. I team sono alla continua ricerca di nuovi campioni e sembra proprio che quest’anno abbiano puntato Andrea Zanelli e la sua HONDA CRF 450 2020.

Il suo modo di correre, l’atteggiamento e soprattutto i risultati, da quel che si sussurra dietro le quinte, sembrano proprio avergli aperto la strada verso il professionismo vero, quello fatto di sponsor importanti e gare internazionali.

Niente male per un ragazzino che fin da piccolo, grazie al sostegno della sua famiglia proveniente dalla Valpovecera, ha potuto crescere insieme alle moto e man mano costruire la sua vita attorno a un mezzo che ha trasformato in un prolungamento del suo corpo per la facilità e la fluidità con la quale si muove.

Sono l’equilibrio e la leggerezza a rendere Andrea Zanelli una potenziale nuova promessa di questo sport. Guidare una moto da motocross non è semplice: bisogna avere un incredibile controllo del proprio corpo, riuscire a rimanere ancorato al mezzo anche quando il percorso diventa difficile e la corsa instabile.

Andrea Zanelli, a soli 15 anni ha mostrato di essere in grado di correre al livello di campioni di maggiore esperienza e fisicità. Se alla sua età il giovane genovese è già in grado di offrire prestazioni di alto livello si può solo immaginare quello che sarà in grado di fare seguito da un team importante di professionisti.

L’Italia merita di avere nel suo futuro un campione che sappia portarla ai più alti livelli nelle competizioni e questo ragazzo merita di avere una chance di crescita. In Sampierdarena tutti lo conoscono e tifano per lui: hanno seguito per anni le sue acrobazie sui crossodromi.

Un vincente, ma allo stesso tempo un ragazzo umile, che ama divertirsi con gli amici, parlare in rete di moto da motocross (e non solo) e che non riesce proprio a stare senza correre in sella alla sua moto.

Unire il suo talento a una ferrea e importante disciplina in questo sport gli darebbe modo di crescere ancora e di raggiungere risultati ancora più importanti. Una futura leggenda del motocross? Forse.

Andrea Zanelli: un nome di cui sentiremo presto parlare anche fuori dall’Italia.