Udine: via la “identità alias” per i dipendenti comunali transgender

Udine: via la “identità alias” per i dipendenti comunali transgender

Il Comune di Udine ha tolto, con una delibera di Giunta approvata ieri con i voti di tutta l’aula, l’istituto dell’identità ‘alias’ per i dipendenti e le dipendenti comunali transgender nella fase di transizione verso il cambio di sesso. ”La delibera è stata approvata ieri – ha confermato l’assessore a Istruzione e Pari Opportunità Asia Battaglia (Lega) – riportando alla situazione precedente quanto previsto dalla delibera della precedente Giunta che aveva stabilito la possibilità di un’identità ‘alias’ per dipendenti comunali e pubblici in fase di transizione”.
Per Battaglia la decisione della Giunta è stata portata avanti dal fatto che ”l’istituto dell’alias non è in sintonia con le linee programmatiche e politiche del’attuale amministrazione”, ma anche dalla volontà di ”snellire e sburocratizzare” la macchina comunale, ”visto che l’istituto – ha fatto sapere – non era mai stato utilizzato”.


Articoli correlati

Oxfam denuncia: la Francia maltratta i bambini immigrati

Bambini migranti che non hanno genitori e non più grandi di 12 anni vittime di maltrattamenti da parte di guardie

Al via restauri, nuova luce su Basilica sotterranea Roma

Partirà ad ottobre una nuova stagione di restauri per la basilica sotterranea di Porta Maggiore, uno dei luoghi di culto

Osservatorio partite IVA – Online i dati del primo trimestre 2018

Sono stati pubblicati sul sito del Dipartimento delle Finanze i dati relativi all’Osservatorio sulle partite IVA relativi al primo trimestre