Trenitalia e FirstGroup gestiranno la linea ferroviaria della West Coast

Trenitalia e FirstGroup gestiranno la linea ferroviaria della West Coast

Il governo inglese ha assegnato la nuova tratta ferroviaria della West Coast a FirstGroup e Trenitalia, l’operatore ferroviario statale italiano, sostituendo Virgin Trains su una delle principali rotte nord-sud della Gran Bretagna.

L’aggiudicazione del nuovo contratto farà terminare la gestione ventennale dei servizi intercity di Virgin che collegano Londra con l’Inghilterra nord-occidentale e la Scozia.

La decisione arriva tra le preoccupazioni circa la fattibilità di alcune delle altre franchise e in vista della pubblicazione di una revisione completa del settore ferroviario commissionata dal governo lo scorso anno e guidata da Keith Williams, vice presidente della John Lewis Partnership ed ex Amministratore delegato di Airways.

Grant Shapps, il segretario ai trasporti inglese, ha dichiarato che l’aggiudicazione del contratto della West Coast ha avuto il sostegno di Williams.

In una dichiarazione rilasciata dal dipartimento dei trasporti, Williams ha affermato che il contratto segna “un passo avanti che è saldamente in linea con la revisione delle linee, introducendo benefici per i passeggeri e in grado di integrare le riforme necessarie per il futuro”.

Il mese scorso, Williams ha avvertito che l’attuale sistema di franchising era “arrivato al termine”. Il governo ha dichiarato che pubblicherà un report delle linee ferroviarie in autunno.

Il nuovo contratto è stato aggiudicato mentre il governo si trova ad affrontare sfide legali da parte di Stagecoach per tre concorsi in franchising, tra cui proprio quello della West Coast, dopo che al gruppo fu impedito di fare offerte all’inizio di quest’anno.

La scorsa settimana, il governo ha annunciato di aver eliminato la concorrenza per il franchising per la gestione dei servizi tra Londra e parti del sud-est dell’Inghilterra.

La vittoria della tratta West Coast potrebbe rivelarsi problematica per FirstGroup. La gestione del gruppo di trasporto è sotto pressione da parte del suo principale azionista Coast Capital, l’investitore statunitense, sulla gestione dei contratti ferroviari.

James Rasteh, Chief Investment Officer di Coast, ha dichiarato che per FirstGroup sarebbe “assolutamente sciocco” fare offerte per ulteriori franchising ferroviari. L’investitore ha in gran parte fallito nel tentativo di scuotere il management, sebbene il presidente di First Group Wolfhart Hauser abbia accettato di ritirarsi dopo un’assemblea generale straordinaria.

FirstGroup ha accolto con favore l’aggiudicazione del contratto della West Coast, e ha affermato che “aveva un adeguato equilibrio di rischi e benefici potenziali per gli azionisti”.

Matthew Gregory, amministratore delegato di FirstGroup, ha dichiarato: “Questa è la cosa giusta da fare”. Ha detto che il contratto era molto diverso dai precedenti franchising, era stato progettato in modo ragionevole ed era un “ottimo franchising per l’azienda”.

Gregory ha aggiunto che la differenza tra questo contratto e i contratti ferroviari più tradizionali è che questo “porterà un equilibrio più adeguato di rischi e benefici per gli operatori”.

Gianfranco Battisti, amministratore delegato di FS Italiane, la holding statale italiana dietro Trenitalia, ha dichiarato che il coinvolgimento del gruppo porterà “20 anni di esperienza nel settore dell’alta velocità in Italia, che è notevolmente migliorato”.

Gianfranco Battisti
Gianfranco Battisti

La partnership è stata scelta rispetto all’ultimo concorrente rimasto – un consorzio cinese guidato dal gruppo di trasporto MTR quotato a Hong Kong – in seguito all’esclusione del consorzio guidato da Stagecoach.

La partnership di First e Trenitalia, che appartiene al 70% di FirstGroup, prenderà il controllo del franchise della West Coast dall’8 dicembre. Durante una fase iniziale di sette anni, gestirà i servizi intercity esistenti ma, come parte del premio, il vincitore diventerà anche “operatore ombra” per il previsto collegamento ferroviario ad alta velocità HS2 tra Londra e il nord, che dovrebbe aprire nel 2026.

HS2 è una infrastruttura controversa per il suo costo, che potrebbe superare i 100 miliardi di sterline, e Boris Johnson, primo ministro e critico di vecchia data del progetto, ha ordinato una revisione del rapporto qualità-prezzo, aumentando la prospettiva che potesse essere fermato.

Virgin Trains è una joint venture tra Virgin Group e Stagecoach. Richard Branson, presidente della Virgin, ha dichiarato che il gruppo ora lavorerà con il vincitore dell’asta “per garantire un passaggio di consegne senza inconvenienti per i viaggiatori”.


Articoli correlati

Roberto Fico, chi è il Presidente della Camera

Nato a Napoli, Fico è laureato in Scienze della comunicazione all’Università degli Studi di Trieste con indirizzo alle comunicazioni di

Morte di Davide Astori: il pubblico ministero apre le indagini

I pubblici ministeri hanno aperto un’indagine di routine sulla morte del capitano della Fiorentina e della nazionale, Davide Astori. Il

Piattaforma Rousseau, Garante privacy a M5S: nessuna parzialità

Con riferimento alle dichiarazioni rese da esponenti del Movimento 5 stelle sul provvedimento emesso nei confronti della piattaforma Rousseau, l’Autorità precisa che: