Trizio Consulting

Ricostruiamo una forte alleanza UE-USA. L’appello a Biden

Ricostruiamo una forte alleanza UE-USA. L’appello a Biden
Trizio Consulting

I leader dell’Unione europea Ursula von der Leyen e Charles Michel hanno annunciato lunedì “un nuovo inizio” delle relazioni UE-USA durante le conversazioni telefoniche con il presidente eletto Joe Biden.

Von der Leyen, presidente della Commissione, ha detto di essersi congratulata con Biden per la sua vittoria durante la telefonata.

È un nuovo inizio per il partenariato globale UE-USA“, ha scritto su Twitter, aggiungendo che “un’UE forte e un forte USA che lavorano insieme possono plasmare l’agenda globale basata su cooperazione, multilateralismo, solidarietà e valori condivisi“.

Charles Michel, che presiede il Consiglio dell’UE, ha detto di aver invitato il prossimo 46° presidente degli Stati Uniti “a un incontro speciale a Bruxelles il prossimo anno” con il capo degli stati del blocco.

Ricostruiamo una forte alleanza UE-USA“, ha aggiunto. “Ora è il momento di unire le forze su COVID-19, clima, sicurezza e multilateralismo“. Le telefonate sono avvenute quando l’Amministrazione dei servizi generali degli Stati Uniti ha riconosciuto Biden come “prossimo presidente eletto” – 21 giorni dopo le elezioni – avviando così la transizione.

All’inizio di questo mese, Biden ha già parlato con diversi leader dell’UE, tra cui il francese Emmanuel Macron e la tedesca Angela Merkel. Entrambi hanno affermato di aver pianificato di lavorare su “priorità condivise” e “sfide globali” con la nuova amministrazione, compreso il cambiamento climatico.

Le tensioni tra Bruxelles e Washington sono aumentate sotto l’amministrazione di Donald Trump, che ha ritirato il suo paese dall’accordo di Parigi del 2015 per il clima e dallo storico accordo nucleare iraniano. Ha anche detto che gli Stati Uniti sono stati “derubati” dall’UE e hanno imposto dazi sulle esportazioni europee. Il blocco ha reagito con la propria serie di dazi su beni statunitensi per un valore di circa 4 miliardi di dollari (3,4 miliardi). Si spera che l’elezione di Biden permetta la ripresa dei negoziati e la normalizzazione dei rapporti.

La stragrande maggioranza dei tedeschi – il 79% – ha valutato il rapporto tra il proprio paese e gli Stati Uniti come “pessimo” o “piuttosto cattivo” in un sondaggio condotto a settembre e pubblicato lunedì.

Quasi la stessa proporzione dei 1.058 intervistati ha ipotizzato che le relazioni transatlantiche si normalizzeranno sotto la presidenza di Joe Biden.

Washington è stata anche descritta come “non un partner” di Berlino dalla maggioranza degli intervistati quando si trattava di questioni come la protezione del clima, la promozione del libero scambio, la protezione dei diritti umani e della democrazia e il rapporto con la Cina.

Gli ultimi quattro anni sono stati un enorme banco di prova per le relazioni transatlantiche. Il fatto che la maggior parte dei tedeschi si aspetta la normalizzazione sotto Joe Biden dimostra, tuttavia, che il danno causato non è irreparabile“, Nora Muller, responsabile della politica internazionale al Korber Foundation, ha detto sui risultati del sondaggio.

Biden ha anche scambiato lunedì con il capo della NATO Jens Stoltenberg.

Stoltenberg ha dichiarato in una dichiarazione di “ringraziare il presidente eletto Biden per essere un sostenitore di vecchia data della NATO e delle relazioni transatlantiche“.

Hanno discusso l’importanza della nostra alleanza transatlantica come pietra angolare della nostra sicurezza collettiva“, ha aggiunto.

Trump aveva precedentemente descritto l’Organizzazione del Trattato del Nord Atlantico come “obsoleta” e aveva minacciato di ritirarne gli Stati Uniti.