Olimpiadi invernali dalle origini alla prima di Chamonix

Olimpiadi invernali dalle origini alla prima di Chamonix

La prima competizione internazionale organizzata che coinvolge gli sport invernali fu introdotta a soli cinque anni dalla nascita delle Olimpiadi moderne nel 1896. Conosciuti come i Giochi Nordici, questa competizione includeva atleti prevalentemente provenienti da paesi come Norvegia e Svezia. Si è tenuta otto volte tra il 1901 e il 1926, con la capitale svedese di Stoccolma che le ospita tutte tranne una. Il pattinaggio di figura è stato incluso per la prima volta nelle Olimpiadi del 1908 a Londra, anche se la competizione di pattinaggio non è stata in realtà tenuta fino a ottobre, circa tre mesi dopo che gli altri eventi erano finiti.

Nel 1911 un membro del Comitato olimpico internazionale (CIO) suggerì che la Svezia dovesse includere gli sport invernali nelle Olimpiadi del 1912 a Stoccolma o organizzare una Olimpiade invernale separata nello stesso anno. Preoccupato che una simile mossa mettesse a repentaglio i Giochi nordici, la Svezia rifiutò. La Germania ha sostenuto i piani per organizzare una competizione di eventi invernali all’inizio del 1916 come parte dei Giochi olimpici in programma a Berlino nello stesso anno. Tuttavia, lo scoppio della prima guerra mondiale nel 1914 provocò la cancellazione delle Olimpiadi di Berlino. Nonostante le continue proteste dei paesi nordici, gli sport invernali sono tornati alle Olimpiadi dei Giochi solo nel 1920 ad Anversa, in Belgio, dove sono state premiate medaglie nel pattinaggio artistico e nell’hockey su ghiaccio .

Due anni dopo fu raggiunto un accordo per celebrare una settimana internazionale degli sport invernali. Tenutosi a Chamonix, in Francia, nel 1924, l’evento fu un enorme successo . La Norvegia arrivò al tavolo delle medaglie con un totale di 17 successi, mentre i paesi nordici, che complessivamente hanno conquistato 30 delle 49 medaglie assegnate, hanno lasciato cadere le loro precedenti obiezioni alla tenuta di questi giochi. L’anno seguente il CIO modificò la sua carta per creare una Olimpiade invernale separata. I Giochi organizzati a St. Moritz, in Svizzera, nel 1928 furono ufficialmente designati come le seconde Olimpiadi invernali .

Dal 1928 i Giochi Invernali si svolgevano ogni quattro anni nello stesso anno solare dei Giochi Estivi. Alla fine, tuttavia, l’aumento dei costi e le complicazioni logistiche delle Olimpiadi hanno spinto i funzionari del CIO a modificare il programma. Solo due anni separarono le Olimpiadi invernali del 1992 ad Albertville, in Francia, e le Olimpiadi del 1994 a Lillehammer, in Norvegia. Da quel momento in poi, i Giochi Invernali ed Estivi furono tenuti ciascuno a intervalli di quattro anni, alternandosi in anni pari.

Chamonix 1924 i primi Giochi olimpici invernali

1924 primi Giochi Olimpici Invernali, a Chamonix, in Francia , che si è tenuto tra gennaio e febbraio. I Giochi di Chamonix furono la prima stagione dei Giochi olimpici invernali .

I Giochi di Chamonix sono stati originariamente organizzati come International Winter Sports Week, un incontro sponsorizzato dal Comitato Olimpico Internazionale (IOC) ma non sancito come Giochi Olimpici ufficiali. Ben organizzato e dotato di nuove strutture, l’evento è stato un successo e ha portato il CIO a modificare il suo statuto nel 1925, istituendo i Giochi invernali. Chamonix è stata in seguito riconosciuta come la prima Olimpiade invernale.

Circa 250 atleti in rappresentanza di 16 paesi hanno partecipato ai Giochi, gareggiando in 16 eventi. 11 furono le atlete che parteciparono alla competizione di pattinaggio artistico, l’unico sport aperto alle donne fino all’aggiunta dello sci alpino combinato nelle Olimpiadi del 1936 a Garmisch-Partenkirchen, in Germania.

Fu il pattinatore di velocità finlandese Clas Thunberg ad ottenere la prestazione più impressionante a Chamonix, conquistando tre medaglie d’oro, una d’argento e una di bronzo. Il norvegese Thorleif Haug è stato la stella della competizione di sci nordico, vincendo tre gare. Il Canada ha dominato la competizione di hockey su ghiaccio , vincendo con ben 33 reti totali prima di sconfiggere gli Stati Uniti nella partita di campionato per 6-1. Chamonix ha segnato il debutto olimpico della pattinatrice di 11 anni Sonja Henie della Norvegia. Anche se poi divenne una delle più grandi pattinatrici di figura di tutti i tempi, nell’Olimpiade finì ultima in classifica.


Articoli correlati

Immigrazione. L’Europa si riunisce per decidere

I leader europei si sono confrontati lunedì sulla crisi umanitaria nel Mediterraneo. Ben 900 migranti sono morti al largo della costa libica

Nizza. Da paradiso ad inferno

La festa era appena iniziata, i fuochi d’artificio erano nel cielo, stavano svanendo i sogni che tutti facciamo quando guardiamo

Entrate tributarie: 128,2 miliardi (+2,8%) nei primi quattro mesi del 2018

Nel periodo gennaio-aprile 2018, le entrate tributarie erariali accertate in base al criterio della competenza giuridica ammontano a 128.217 milioni