Trizio Consulting

Nadia Perna. La precisione svizzera per rilanciare la Sicilia Iblea

Nadia Perna. La precisione svizzera per rilanciare la Sicilia Iblea
Trizio Consulting

La famosa “precisione” ed imprenditorialità svizzera si incontra con lo splendido territorio della Sicilia Iblea.

Il progetto rivolto al settore turistico, nella fascia degli alberghi, resorts con Spa e turismo naturale di lusso, della “Blu Lava Resorts Srl“, azienda amministrata con efficienza svizzera dall’imprenditrice Nadia Perna (manager e broker specializzata nella Gestione e Amministrazione dei Fondi d’Investimento), coadiuvata dall’esperienza e dal carisma del socio Mario Peserico (Vice Presidente di Confcommercio Milano, Amministratore Delegato di Eberhard Italia Spa, Presidente di Assorologi, Presidente dell’ “Indicam”, Istituto di Centromarca Lotta alla Contraffazione, Vice Presidente dello “C.P.H.E.”, cioè del Comitato Permanente Orologeria Europea, presieduto da Jean – Daniel Pasche, in rappresentanza della delegazione dell’industria svizzera dell’orologeria, nata a Ginevra), si sviluppa in una delle delle regioni e province del Sud Italia a più alta vocazione turistica, la Sicilia Iblea.

La Sicilia negli ultimi anni ha avuto un aumento esponenziale in doppia cifra del numero di visite turistiche, meta privilegiata non solo del turismo italiano, ma soprattutto di quello estero.

Infatti, c’è stata una forte crescita dei turisti, non solo provenienti dai paesi più vicini, dell’Unione Europea per intenderci, come la Francia e la Germania, ma anche provenienti da altri paesi, come la Svizzera e il Belgio che hanno da sempre avuto un legame con il Meridione d’Italia, terra d’emigrazione, oppure dall’Inghilterra, in quanto i “Sudditi di Sua Maestà britannica” hanno sempre dimostrato di apprezzare le bellezze culturali e naturali della Sicilia, considerata anche la comune origine storica normanna delle due isole.

Inoltre, un forte incremento dell’indice di gradimento del “Made in Italy” e, dunque, un sensibile incremento delle presenze turistiche, si registrano fra Russi e Scandinavi che amano visitare la Sicilia anche in primavera e autunno, per godere il clima mite mediterraneo che in questo periodo è dolce,
ma non troppo caldo.

Considerata la varietà nei gusti e nei sapori della cucina sicula, la eterogeneità dei paesaggi e delle culture che si sono incrociate, lasciando il segno sull’isola prediletta dal Sacro Romano Imperatore
Federico II di Svevia, un altro settore turistico in forte espansione è sicuramente quello del turismo esperienziale con percorsi eno-gastronomici-culturali.

La fascia di mercato ideale per questo genere di turismo e il clima mite della Sicilia in tutto l’anno, permettono di applicare un prezzo medio di spesa per suite costante tutto il periodo di apertura del Resort, e di far lavorare sia nell’alta che nella bassa stagione le tre aree di gestione, il cui coordinamento è affidato a un Direttore Generale, ossia la commercializzazione delle Suites, la ristorazione e l’eventistica, la SPA con i servizi extra.

A tal fine, il Bio Eco Resort “La Riserva” gode di una posizione privilegiata, sulla Strada Provinciale fra Ragusa e Marina di Ragusa, ben collegato per favorire l’afflusso di turisti e visitatori durante tutto l’anno.

La provincia di Ragusa ha una popolazione di circa 300.000 abitanti e un’affluenza turistica di 500.000 presenze annue fra italiani e stranieri, il cui numero cresce sempre di più anche grazie al nuovo aeroporto civile internazionale di Comiso, distante solo 25 km.

La struttura che ospita il Resort, costruita a fine Ottocento, “calza a pennello” nel contesto culturale e artistico della provincia Iblea, essendo un tipico esempio di architettura rurale del tardo barocco
siciliano.

Il Resort sorge nei pressi dell’ incontaminata spiaggia selvaggia della “Riserva Foce dell’Irminio“, un oasi protetta, immersa nella macchia mediterranea, lambita dalle acque cristalline, a soli 4 km dagli
stabilimenti balneari più famosi di Marina di Ragusa.

Il Resort si compone di tre corpi, il primo è l’antica residenza del fattore (500 mq) circondato dalla macchia mediterranea della “Riserva Irminio” che si affaccia a sud-ovest direttamente sul mare; poi ci sono due corpi dietro di 400 mq con vista mare e affaccio sull’area interna di oltre 1.500 mq, con un parco privato, realizzato selezionando solo piante autoctone della macchia mediterranea dunale, in parte destinata a un giardino botanico all’aperto. Il Resort è dotato di 18 Suites, 2 piscine, una per gli adulti e una per i bambini, oltre a un Percorso
Natura Attrezzato per il Bird Watching mattiniero. Inoltre, è a disposizione un Area Benessere con Spa, Solarium, vasche per la talassoterapia, e la
possibilità di fare trattamenti di bellezza viso corpo a base di prodotti del territorio della Costa Iblea.

Infine, gli ospiti possono usufruire di un centro wellness dotato dei più moderni macchinari, dove seguire un percorso personalizzato di “coaching“.

La concorrenza agguerrita certo non manca per la struttura “La Riserva” che però eccelle per l’ottima posizione, i servizi, i comfort, e l’originalità che possono permetterle di diventare a breve leader nella
zona per un determinato turismo elitario finalizzato ad un soggiorno di relax, e di benessere non solo corporale ma soprattutto psicofisico.