Marco Bucci è il commissario per la ricostruzione del ponte Morandi

Marco Bucci è il commissario per la ricostruzione del ponte Morandi

Dopo una telefonata tra il presidente del Consiglio Giuseppe Conte e il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti Palazzo Chigi ha comunicato, come previsto dal ‘Decreto Genova’, l’intenzione di procedere alla nomina del sindaco Marco Bucci come commissario straordinario alla ricostruzione del ponte Morandi.

Trovo bello il fatto di un sindaco che si prende questa responsabilità“, dice il ministro per i Rapporti con il Parlamento Riccardo Fraccaro.

I residenti della Valpocevera per lunedì prossimo 8 ottobre hanno organizzato la prima manifestazione di piazza dopo il 14 agosto. Chiedono “la riapertura delle strade di sponda“, vogliono “difendere i posti di lavoro” e “tutelare il diritto alla salute“. Vi parteciperanno anche gli abitanti e i commercianti del quartiere Certosa confinante con la zona rossa, preoccupati per un rione che si “sta spengendo”.

Il primo problema che dovrà affrontare, quello più urgente e delicato, è quello degli sfollati. 

E gli sfollati a cui Autostrade ha congelato la seconda tranche di indennizzi dopo l’esclusione della società dalla ricostruzione del viadotto. Ma Aspi ribadisce la massima attenzione e disponibilità verso i cittadini danneggiati dal crollo del ponte.

Un secondo tema, strategico per l’indotto e per gli sbocchi occupazionali sulla città, è quello dei trasporti. Questa mattina è passato sotto il ponte Morandi il primo treno merci sulla linea ferroviaria ripristinata dopo il crollo. Si è trattato di un convoglio in arrivo da Dinazzano (Reggio Emilia) e diretto in porto, al terminal Messina. La notizia ha il suo peso, soprattutto per gli operatori del porto, considerato che se si analizzano i dati di agosto, anno su anno, viene fuori che sono stati persi 36 mila contenitori, quasi 300 mila tonnellate di merce. Il presidente del porto Paolo Signorini ha parlato di un tracollo del 30% nei volumi a seguito dell’emergenza Morandi.

Toti ha dato il via libera

Il presidente della Regione Liguria commenta a caldo la possibile nomina (che dovrebbe arrivare oggi, ndr) di Marco Bucci, sindaco di Genova a Commissario per la ricostruzione del Ponte Morandi: “Credo sia il giusto riconoscimento per il lavoro fatto finora in tandem con la Regione”. Toti poi spiega: “La rimozione delle macerie avverrà non appena la Procura della Repubblica di Genova e il Gip, ci daranno l’autorizzazione – e sulla demolizione – ci sarà il prima possibile, non appena, anche qui, la Procura dissequestrerà i due tronconi. La situazione è preoccupante nel complesso, ma affronteremo la situazione passo dopo passo”.

Conte: “Oggi entriamo nella fase della ricostruzione”

Parlando dalla Loggia del Sacro convento di Assisi in occasione delle celebrazioni per San Francesco, patrono d’Italia, il premier Conte ha affermato: “Permettetemi di rivolgere un pensiero ai genovesi e alla loro città, ferita dal tragico crollo del ponte Morandi. Da quel giorno non abbiamo nemmeno per un minuto smesso di lavorare per restituire a Genova il ponte e garantire il pieno ritorno alla normalità. E sono davvero lieto di annunciare che è pronto a Roma il decreto che firmerò nel pomeriggio che nominerà il commissario straordinario nella figura che abbiamo ritenuto più idonea, il sindaco di Genova, Marco Bucci. Oggi entriamo in una nuova fase, quella della ricostruzione”.

Salvini: “Buon lavoro a Bucci, ha il tifo di tutta Italia”

“Buon lavoro al sindaco Marco Bucci, nominato Commissario per la ricostruzione, tutta Italia tifa per una Genova sempre più bella”. Lo scrive su Twitter il ministro dell’Interno Matteo Salvini.


Articoli correlati

Entrate tributarie: 128,2 miliardi (+2,8%) nei primi quattro mesi del 2018

Nel periodo gennaio-aprile 2018, le entrate tributarie erariali accertate in base al criterio della competenza giuridica ammontano a 128.217 milioni

Barcellona, furgone contro folla sulla Rambla: diversi feriti e almeno due morti

Due persone armate sono trincerate in un ristorante turco del mercato della Boqueria, sulla Rambla, riferisce la tv pubblica Rtve.

Latte. Ecco la nuova etichetta – Il decreto originale

Il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali comunica che dal 19 aprile 2017 è obbligatoria in etichetta l’indicazione dell’origine