Macron avverte: i centri per l’immigrazione non funzioneranno

Macron avverte: i centri per l’immigrazione non funzioneranno

Il presidente francese Emmanuel Macron ha dichiarato che i piani dell’UE per la creazione di centri di smistamento dei migranti in Nord Africa non funzioneranno a meno che il processo non sia guidato dai paesi africani.

Parlando durante una visita in Nigeria, Macron ha detto che molti paesi africani sono preoccupati che tali centri agiscano come un fattore di attrazione per i migranti.

Nessun paese africano ha finora accettato di ospitare i centri. I leader dell’UE hanno concordato di esplorare l’idea in un summit all’inizio di questo mese.

Macron ha detto anche che l’Europa si occuperà di migrazione dall’Africa per decenni a causa di quello che ha definito il problema fondamentale della crescita non pianificata della popolazione in Africa. È stato criticato per aver detto la stessa cosa in passato, con alcuni che lo accusano di ripetere la retorica coloniale. Tuttavia ha anche affermato che l’UE non può prendere decisioni per i paesi africani. L’idea dei centri di smistamento dei migranti in Nord Africa “può funzionare, solo se alcuni governi africani decidono di organizzarlo”, ha affermato.

Macron ha detto che la sua massima priorità è quella di scoraggiare le persone dal prendere “rischi gravissimi” e mettere le loro vite in pericolo per arrivare in Europa.

Cosa hanno concordato i leader europei la scorsa settimana?

Hanno raggiunto un accordo dopo i negoziati  a Bruxelles, ma da allora si sono espressi in modo diverso su come il piano sarebbe stato messo in atto. Le misure concordate includevano:

  • Esplorare la possibilità di “piattaforme di sbarco regionali”, progettate per contrastare le bande di contrabbando di esseri umani attraverso il trattamento di migranti al di fuori dell’UE
  • Istituire centri sicuri per lo smistamento dei migranti nei paesi dell’UE, anche se nessun paese si è ancora offerto volontario per ospitarne uno. Macron ha detto che la Francia non ne ospiterà una in quanto non è un paese in cui sono i migranti vogliono sbarcare, ma il primo ministro italiano Conte ha detto che i centri potrebbero essere ovunque nell’UE
  • Rafforzare i controlli alle frontiere esterne, con maggiori finanziamenti per la Turchia e i paesi del Nord Africa
  • Incentivare gli investimenti in Africa per aiutare il continente a realizzare una “trasformazione socio-economica” in modo che le persone non vogliano più andarsene alla ricerca di una vita migliore in Europa

Articoli correlati

Expo. Direttore FAO: sconfiggiamo la fame entro il 2025

Milano, 4 giugno – Obiettivo “Fame Zero” entro il 2025. Questo è la meta a cui arrivare, secondo il direttore

Dichiarazione Iva omessa/anomala Il Fisco avvisa e suggerisce i rimedi

È ormai da tempo in atto un cambiamento culturale del rapporto tra Amministrazione finanziaria e cittadino, attraverso un sistema fiscale

Bambino libanese di 2 anni muore su aereo di linea

Un bambino libanese affetto da iperossaluria era in viaggio da Beirut a Roma per andare all’ospedale Bambin Gesù. Il viaggio