M5S, accordo col Pd? Lasciamo fare a Mattarella

M5S, accordo col Pd? Lasciamo fare a Mattarella

Il movimento 5 stelle e il Partito Democratico (PD) hanno pensato ad una possibile alleanza governativa sostituendo l’esecutivo di 14 mesi dell’M5S con la Lega, da quando Matteo Salvini ha staccato la spina al governo gialloverde. 
    Alcuni all’interno del PD, ma non il leader Nicola Zingaretti, sono particolarmente a favore della nuova alleanza nonostante le grandi differenze politiche tra i due gruppi. 
    Zingaretti ha detto che i possibili colloqui di formazione del presidente Sergio Mattarella dovrebbero produrre “le condizioni per un forte governo di rinnovamento” o un’elezione rapida “e migliore”.

 Le riflessioni sono arrivate un giorno prima del discorso chiave al Senato del premier Giuseppe Conte, in cui il vice premier e il ministro degli Interni Salvini avevano inizialmente annunciato un voto di sfiducia, di cui ora si dice incerto. 
    Tra i possibili scenari vi è il fatto che Conte possa rivolgersi al presidente Mattarella per dimettersi dopo aver pronunciato il suo discorso, annullando l’eventuale voto di fiducia. 
    Si parla del conferimento di un secondo mandato a Conte per esplorare una possibile coalizione M5S-PD o una possibile coalizione rinnovata della Lega M5S, che vada a formare un governo Conte 2. 
    Ma il PD ha detto che “parlare di un negoziato sul governo e far cadere tabù su un secondo governo Conte, è senza fondamento“.
    Il leader dell’M5S Luigi Di Maio, vice premier nonché ministro dell’industria e del lavoro, ha dichiarato: “Ho visto che alcune persone stanno già facendo delle proposte attraverso la stampa sulle aperture ad altre forze politiche“, riferendosi alla possibile alleanza con il PD . 
    “Secondo me è profondamente sbagliato. Dobbiamo fidarci del presidente della repubblica (Mattarella) e del corso istituzionale che deciderà di tracciare“. 
    Di Maio ha “piena fiducia” in Conte perché il premier è un uomo estremamente corretto”.
    “La Lega – continua Di Maio – non ha ancora presentato una mozione di sfiducia al governo e Salvini ha alzato il livello di attacco contro di noi, ha bisogno di parlare di noi per fare notizia, è disperato” “Spero che nella Lega si apra un dibattito sul disastro che Salvini ha causato in pochi giorni e in totale autonomia“. Di Maio ha accusato Salvini di agire in modo avventato, sul momento, dicendo che aveva scatenato la crisi “sul spiaggia, tra i mojito “. 


 Il ministro M5S per le relazioni con il parlamento, Riccardo Fraccaro, ha descritto l’idea di un accordo tra Pd e M5S come “la falsa notizia dell’estate che la Lega sta diffondendo dopo aver abbattuto il governo. 
  Voglio dirlo chiaramente, non faremo affari con Renzi e Boschi
“. Il ministro della giustizia dell’M5S, Alfonso Bonafede, è stato altrettanto enfatico. 
    “L’M5S non siederà mai con Renzi e / o Boschi “, ha detto. 
 
    L’idea di un governo M5S-PD ha spinto Salvini a cercare di invertire la crisi del governo da lui causata dicendo che l’alleanza con l’M5S aveva fatto il suo corso a causa di troppi “No” del gruppo di Di Maio tra cui lo spunto finale sarebbe stato il voto negativo per la Tav. 
    Salvini ha detto che ci sono dozzine di parlamentari che appoggiano Renzi “terrorizzati” dal pensiero di tenere elezioni. 
    “Stanno inventando qualsiasi scusa per creare un nuovo governo”, ha detto. “Questa è l’unica emergenza.” 

    Salvini ha detto che Renzi ha avuto paura di un voto improvviso “a causa delle catastrofi che ha commesso” mentre era premier. 
    Salvini ha quindi accusato coloro che volevano continuare ed evitare il voto con un accordo tra il PD e il suo ex alleato M5S di essere antidemocratici e fascisti, una accusa spesso sollevata contro la Lega.