Luigi Gullo, nato a Cosenza, è stato uno dei più importanti avvocati del Foro Cosentino: la sua comparsa sulla scena della giurisprudenza di Cosenza è stata una vera e propria manna per la categoria, soprattutto per il costante impegno contro i reati compiuti da diversi boss di mafia, che solo tramite una vasta serie di condanne potevano essere fermati nelle loro attività criminose.

Luigi Gullo ha precedenti prestigiosi richiamati dal suo avo, Fausto Gullo, membro del PCI e chiamato “Ministro dei contadini”. Luigi Gullo si dedica immediatamente alla giurisprudenza, in particolar modo sotto l’aspetto penale. Si laurea a Milano e successivamente a Napoli in Filosofia; nella laurea in Giurisprudenza si occupa della applicazione specifica dell’articolo 62 del Codice Penale, che suscita immediatamente ammirazione nei suoi esaminatori. La tesi dell’Avvocato Luigi Gullo fu talmente ben strutturata e di alto livello tecnico, da costituire la sua prima pubblicazione scientifica.

Fausto Gullo e Luigi Gullo

L’avvocato Luigi Gullo lavorò poi come penalista nello studio del padre, e la sua attività fu ispirata da avvocati come Gonzales e Bentini oltre al rinomato magistrato Antonio Amantea. L’attività di Luigi Gullo come avvocato penalista, lo portò a diventare libero docente di Diritto Penale all’Università La Sapienza di Roma.

La carriera dell’avvocato Luigi Gullo prosegue: famose sono le sue riflessioni e i suoi studi tecnici sull’interpretazione della prova penale che prevedeva un esame ed una valutazione dell’indizio all’interno del processo penale assolutamente all’avanguardia. La sua instancabile attività nel settore penale portò l’Avvocato Gullo a diventare Presidente dell’Accademia Cosentina, costituendo un indiscutibile punto di riferimento per l’avvocatura di Cosenza per tutti i decenni a seguire. 

Proprio a Cosenza si tenne infatti il processo per la strage di Villalba, nella quale l’avvocato Luigi Gullo difese come parte civile Li Causi, comunista, contro il boss della mafia Calogero Vizzini.  Ma l’avvocato fu protagonista di una serie di storici processi tenuti non solo a Cosenza.

Il valore umano e professionale dell’Avvocato Luigi Gullo è stato più volte riconosciuto da tutti gli avvocati di Cosenza e da tutta la camera penale di Cosenza. E’ bene ricordare, che la camera penale porta il nome di Fausto Gullo, il padre di Luigi Gullo.

Nel profilo dell’Avvocato Luigi Gullo della Camera penale di Cosenza si cita:

“Per le esperienze cui ha dato luogo, gli insegnamenti utilizzabili dall’Avvocatura cosentina e calabrese, per gli oggettivi insegnamenti fin quì lucrati, Luigi Gullo rimane il punto di riferimento più significativo per l’Avvocatura penale.”

E’ molto interessante porre l’attenzione sul valore dell’Avvocato Luigi Gullo contro la corruzione e la mafia. La sua carriera, oltre ad essere attiva sotto l’aspetto di Principe del Foro è stata anche carica di significato e di contenuti sullo studio e sull’applicazione di nuove regole e nuovi procedimenti nei processi penali.

Luigi Gullo, Avvocato a Cosenza
Luigi Gullo, Avvocato a Cosenza

Lo studio eseguito dall’Avvocato Luigi Gullo di Cosenza è molto importante, perchè ha aperto la strada ad innovativi modi di rapportarsi con le prove penali. Nelle lunghe procedure per lottare contro una corruzione sempre più dilagante, avere la certezza dei dati probatori ha aiutato tantissimi colleghi a rendere giustizia, in una situazione che spesso ha visto infangare la prestigiosa categoria degli avvocati penalisti di Cosenza.

Non ha mai smesso di essere attivo e ha pubblicato il romanzo autobiografico “Conversazione a Macchia” e “La famiglia Grande” e tre scritti: “ Delitto, pena e storicismo” sul problema della carcerazione preventiva, alla quale l’avvocato si è sempre opposto nell’ambito della sua lotta contro una misura cautelare utilizzata in modo troppo leggero e spesso per intimidire gli indiziati; “Il Pentitismo” sull’uso dei collaboratori di Giustizia, un importantissimo punto a favore sia per i giudici che per l’avvocatura, che può portare, se usata in modo corretto, alla verità, e “La prova penale”, un importante testo contro i processi indiziari che troppe volte portano alla detenzione di innocenti.

L’attività da avvocato penalista di Luigi Gullo proseguì nel foro di Cosenza ma anche sotto il profilo giornalistico: fondatore e direttore della rivista “Chiarezza”, ottenne collaborazioni e contributi dai migliori intellettuali.

Luigi Gullo ha continuato in maniera instancabile la sua attività durante tutta la sua carriera.

La figura dell’Avvocato Gullo, deve sempre riportare alla memoria l’importante ruolo che gli avvocati penalisti hanno rispetto al diritto di difesa e alla ricerca della verità. Tante volte, purtroppo, le commistioni tra la malavita, malaffare e alcuni giudici che si sono lasciati attirare dalla corruzione, hanno infangato la memoria di tanti buoni e bravi giudici, che hanno dato la loro vita per la giustizia.

Quando si pensa all’Avvocato Luigi Gullo, quindi, si può con gioia essere certi dell’onestà intellettuale e professionale di un settore delicato quale quello degli avvocati difensori penalisti.

Tutta Cosenza e tutta la Calabria hanno bisogno di elementi di questa levatura per continuare la lotta alla corruzione, e cercare di alzare definitivamente il valore di una regione purtroppo tartassata.

Lascia un commento