Trizio Consulting

Liguria, taglio parlamentari: le posizioni dei candidati alla Regione

Liguria, taglio parlamentari: le posizioni dei candidati alla Regione
Trizio Consulting

Il 20 e il 21 settembre la Liguria sarà chiamata al voto non solo per le Regionali 2020, importanti perché chiamate a decretare chi sarà alla guida della Regione per i prossimi 5 anni, ma anche per il referendum relativo al taglio dei Parlamentari. Vediamo insieme la posizione dei candidati alla presidenza della Regione.

Al momento la divisione tra coloro che si scontreranno domani per la presidenza della Regione Liguria è netta: per il SI si sono infatti schierati Alice Salvatore de ilBuonsenso e il governatore uscente Giovanni Toti.

Per il NO hanno invece espresso la loro preferenza tutti gli altri tra i quali spiccano Ferruccio Sansa, che rappresenta l’alleanza Pd-Cinquestelle e Aristide Massardo di Italia Viva.

Ma in cosa consiste la loro differenza di posizione? Chi sostiene il votare No al referendum sottolinea che tale posizione venga presa per evitare che la rappresentanza della regione in Parlamento diminuisca e di conseguenza anche il peso della stessa rispetto alle altre regioni della penisola.

Chi sostiene il SI al referendum confermativo sostiene che si tratta di un atto dovuto per tagliare le spese, snellire il Parlamento e che questa sarà la base alla quale seguiranno non solo una nuova legge elettorale ma un ridisegno dei collegi.

Sono in molti a pensare che in Liguria in particolar modo, la battaglia referendaria abbia anche delle connotazioni locali importanti legati alla rappresentazione delle quattro province in Parlamento.

Giorgio Muscas

Giorgio Muscas

Esperto in criptovalute mi dedico all'economia e alla politica. Il giornalismo è la mia vera passione