Lanciano. Ecco i quattro romeni arrestati

Lanciano. Ecco i quattro romeni arrestati

Alexander Bogadan Coltenau, romeno e ha 26 anni Costantin Aurel Turlica, 22 anni e Ion Cosmin Turlica, 20, e il loro cugino Aurel Ruset, 25 anni.
Questi i nomi delle 4 delinquenti che hanno aggredito nella loro villa a Lanciano, in provincia di Chieti, i coniugi Martelli.

Coltenau, probabilmente il capo, è stato fermato dalla polizia a meno di 48 ore dei suoi tre complici dagli uomini dello Sco e della squadra mobile a Caserta, dove era fuggito. È stato bloccato vicino allo stadio di Casal di Principe, mentre vendeva un orologio, probabilmente parte della refurtiva.

Lo Sco lo aveva già rintracciato in zona e quando ha ricevuto la segnalazione di un informatore sulla sua presenza ha allertato il commissariato di zona. Coltenau al momento ha solo indizi contro di lui, ma la sua foto sta per essere mostrata alle vittime per il riconoscimento. A questo punto avrebbero quindi tutti un nome e un volto i tre rapinatori che hanno messo a segno la brutale aggressione domenica scorsa a Lanciano, in Abruzzo, nella villa del chirurgo Carlo Martelli, in cui alla moglie, Niva Bazzan, è stato tagliato il lobo di un orecchio.

L’interrogatorio si terrà nei prossimi giorni, ma gli elementi a carico sono parecchi anche perché l’automobile usata per la fuga in passato sarebbe stata usata per altri furti nella zona di Francavilla a Mare. La procura di Lanciano parla di «gravi e concordanti indizi di colpevolezza». L’unica cosa che i tre hanno raccontato, per ora informalmente, è che nella zona di Lanciano vive solo Aurel, il più grande: il fratello sta a Padova, il cugino a Parigi.


Articoli correlati

Christchurch: 49 morti in attacchi alla moschea in Nuova Zelanda

Quarantanove persone sono state uccise e almeno 50 ferite (ma purtroppo sono numeri provvisori) in sparatorie a due moschee a

Protezione ambientale. Approvata la legge al Senato

Il Senato ha definitivamente approvato una legge sulla protezione ambientale, punto significativo che crea nuovi reati in materia di inquinamento

Vent’anni fa fu registrato dominio Google.com

Prima di Google si usavano le imponenti enciclopedie posizionate in bella vista nei nostri salotti, con il motore di ricerca