La legge annuale per il mercato e la concorrenza

La legge annuale per il mercato e la concorrenza

La legge per il mercato e la concorrenza è una legge annuale con lo scopo di promuovere lo sviluppo della concorrenza e garantire la tutela dei consumatori in applicazione dei princìpi dell’Unione europea in materia di libera circolazione e apertura dei mercati.

La prima legge per il mercato e la concorrenza è stata approvata il 2 agosto 2017.

 

Perché una legge sulla concorrenza?

Per stimolare la crescita e la dinamica della produttività in Italia, per consentire ai consumatori di avere accesso a beni e servizi a minor costo e per garantire loro nuove e più efficaci forme di tutela, per stimolare l’innovazione, per attrarre maggiori investimenti in Italia.

Cosa prevede la legge

La norma interviene su diverse aree:

Infografica integrale (pdf)

 

Uno stimolo all’economia: crescita del PIL: + 0,2% l’anno

E’ stato stimato dal Ministero dell’Economia e delle Finanze che le misure sulla concorrenza, una volta entrate in vigore, produrranno una crescita aggiuntiva del PIL pari allo 0,2% all’anno nel breve termine, un dato che sale allo 0,5% nel medio termine e all’1,0% a regime.

Il percorso della legge

Il 20 febbraio 2015 il Consiglio dei Ministri ha presento il primo disegno di legge annuale per il mercato e la concorrenza, rispettando un obbligo introdotto nel 2009. La norma è stata trasmessa alla Camera dei Deputati in data 3 aprile 2015, approvata in prima lettura dalla Camera il 7 ottobre 2015 e dal Senato il 3 maggio 2017. Dopo un ulteriore passaggio alla Camera dei Deputati, è stata approvata definitivamente dal Senato della Repubblica in data 2 agosto 2017.


Articoli correlati

Pd. Renzi vince. Cosa succede ora

Renzi vince le Primarie del Pd, anche se alla Spezia, città natale del ministro Andrea Orlando, viene distanziato di poco

Movimento 5 stelle, il nuovo codice per vicende giudiziarie

Il “codice di comportamento del Movimento 5 Stelle in caso di coinvolgimento in vicende giudiziarie” è un documento rivoluzionario per

Il coniuge cambia sesso? Per la cassazione il matrimonio resta valido

Succede in Emilia, dove una coppia sposata con nozze concordatarie aveva ricevuto un reclamo di cessazione dell’unione in seguito alla “domanda