Inondazioni in Indonesia migliaia di senzatetto

Inondazioni in Indonesia migliaia di senzatetto

Inondazioni improvvise hanno ucciso almeno 17 persone e lasciato decine di migliaia di senzatetto a Jakarta, la capitale indonesiana.

Martedì, Capodanno, parti della città hanno registrato 30 cm di pioggia, secondo l’agenzia di meteorologia, climatologia e geofisica del paese. La pioggia ha continuato tutto il giorno e questa settimana è previsto un aumento per l’area metropolitana, uno dei più grandi distretti urbani asiatici e sede di oltre 30 milioni di persone.

Almeno 19.000 persone sono state sfollate secondo il Ministero degli Affari Sociali, mentre le squadre di operatori di emergenza cercavano di ripulire le strade allagate e riparare le linee elettriche abbattute.

Più di 100 soccorritori dell’agenzia di soccorso d’emergenza del paese e diverse unità militari sono state dispiegate nella capitale, ha affermato Budi Purnama, direttore delle operazioni della National Search and Rescue Agency.

Circa il 40 percento di Jakarta si trova al di sotto del livello del mare e le autorità hanno cercato per anni di alleviare le inondazioni. Le piogge ordinarie possono inondare i quartieri, poiché i pozzi scavati illegalmente e il cambiamento climatico hanno fatto sprofondare la città più velocemente di qualsiasi altra grande città al mondo.

Di conseguenza, i funzionari hanno annunciato nel 2019 che avrebbero trasferito la capitale nella provincia di East Kalimantan, sull’isola del Borneo.

Le autorità hanno affermato che il clima estremo unito ai ritardi nei progetti di riduzione delle alluvioni sono stati responsabili del caos.

La pioggia che è caduta alla vigilia di Capodanno nella parte occidentale e settentrionale di Java è stata molto estrema“, ha detto l’agenzia di meteorologia in una nota, riferendosi all’isola di Java, la più popolosa dell’Indonesia. “Questa pioggia non è normale.

Il presidente Joko Widodo ha dichiarato in un tweet che i ritardi nei progetti di infrastrutture per il controllo delle inondazioni dal 2017 sono una delle cause delle inondazioni e si sono aggiunti anche i problemi di “acquisizione di terreni”.

Giorgio Muscas

Giorgio Muscas

Esperto in criptovalute mi dedico all'economia e alla politica. Il giornalismo è la mia vera passione