Fazio: vi racconto il 25 aprile insieme a Saviano e Paolini

Fazio: vi racconto il 25 aprile insieme a Saviano e Paolini

Il 25 aprile 2015 ricorrerà il 70esimo anniversario di una data storica, che ha segnato in modo indelebile la vita dell’Italia. La festa della Liberazione è una festa di tutti, in cui si celebra la libertà che uomini e donne coraggiosi hanno conquistato ribellandosi alla pressione fascista.  Una ribellione che rende oggi liberi di qualsiasi scelta, pure quella di non festeggiare, di non ricordare.

In occasione di questo anniversario la Rai organizza un evento speciale, condotto e realizzato da Fabio Fazio, “Viva il 25 aprile”, presentato direttamente dalla piazza del Quirinale sabato sera in prima serata.

“Non e’uno show, ma piuttosto un grande racconto corale che verra’ narrato al pubblico attraverso il contributo di immagini e testimonianze di chi ha combattuto per la Liberazione, alle quali si aggiungeranno vari ospiti e delle esibizioni musicali. Sono onorato che vada in onda sulla Rai che mi ha chiesto di realizzarlo, di questo devo ringraziare il dg Gubitosi che ha ci ha fortemente sostenuto. Diciamocelo, fino a qualche anno fa, non sarebbe stato semplicissimo e comunque e’ la prima volta che sulla Rai in prima serata viene mandato uno speciale sul 25 aprile. C’era una sorta di pudore, anche per il revisionismo storico: per paradosso, sarebbe come se i francesi si dovessero vergognare a pronunciare ’14 luglio’. Oggi per fortuna c’e’ piu’ spazio per avvicinarsi direttamente al vissuto dei partigiani attraverso le loro storie. I partigiani che hanno combattuto per noi, ricordiamocelo, spesso erano ragazzi di 18-20 anni, poco piu’ che bambini”.

Ad aiutare Fazio nella celebrazione di questo importante evento, tanti amici, tra cui Roberto Saviano, Marco Paolini, Elisabetta Salvatori, Antonio Albanese e Toni Servillo. Tra le esibizioni in programma quelle di De Gregori e Ligabue.

 


Articoli correlati

Bambini lasciati soli in macchina. Proposta di legge Meloni per contrastare il fenomeno

Ci sono stati casi, l’ultimo pochi giorni fa, che hanno portato alle cronache gli incidenti in cui vittime sono stati

Whatsapp vietata ai minori di 16 anni in Europa

La piattaforma di messaggistica, che è di proprietà di Facebook, sta iniziando ad alzare l’età minima di utilizzo in Europa da

Napoli. Uccide 4 persone, follia per una lite

Quattro persone sono state uccise e cinque ferite in un sparatoria a Napoli. L’infermiere Giulio Murolo, 48 anni, rintanato nel