Evacuato Mont Saint Michel, è allarme terrorismo. Caccia all’uomo

Evacuato Mont Saint Michel, è allarme terrorismo. Caccia all’uomo

E’ scattato tutto intorno alle 7.45 di questa mattina quando una guida turistica che si trovava su una navetta diretta a Mont Saint Michel ha avvertito i gendarmi di aver sentito un uomo pronunciare frasi minacciose contro le forze di polizia. Sul posto sono stati mandati subito 50 gendarmi, mentre un elicottero sorvola la zona.

Mont Saint Michel, è l’isolotto nella regione francese dela Bretagna dove si trova il santuario dedicato a San Michele Arcangelo.

Secondo La Manche Libre l’uomo, che non sarebbe armato ma avrebbe con sé uno zaino, avrebbe gridato di voler «uccidere» i poliziotti. I gendarmi hanno aiutato i turisti a lasciare gli alberghi e l’abbazia, mentre gli abitanti sono stati invitati a restare in casa.

Comitiva di bambini sull’isola

47 bambini della Scuola pubblica René-Guy Cadou di Bernerie-en-Retz, vicino a Pornic (Loire-Atlantique), sono attualmente a Mont-Saint-Michel. Sono arrivati in autobus intorno alle 10 per visitare il sito. I bambini non sono stati informati di ciò che sta accadendo in questo momento per non allarmarli. I supervisori hanno deciso di andare a fare un picnic sul lato di Avranches, più tranquillo.

Il prefetto: un alterco con un artista di strada

Il prefetto Jean Marc Sabathé

Il prefetto Jean Marc Sabathé

Secondo il prefetto della Manica, Jean Marc Sabathé, “un uomo voleva fare un’animazione di strada quando ha avuto un alterco co il proprietario di un caffè, in quel caso ha fatto minacce contro la polizia”. Questa versione dei fatti è molto diversa da quella che è circolata fino ad ora. La conferenza stampa ufficiale della Prefettura, in tarda mattinata, dovrebbe consentire di eliminare i dubbi sull’origine della segnalazione.


Articoli correlati

Terremoto in Centro Italia, oltre 150 scosse tra Marche e Umbria

Nuove scosse hanno colpito anche giovedì mattina le Marche e l’Umbria,colpite mercoledì sera da un secondo, violento terremoto dopo quello

Ilva. Emiliano: Calenda incapace a fare il ministro

Il presidente della Puglia Michele Emiliano va all’attacco contro il ministro Carlo Calenda: «Ha fallito non solo perché è un

Il 95% degli italiani beve caffè espresso

Il caffè è la “bevanda nazionale degli italiani”, secondo uno studio condotto da Astra Ricerche per il consorzio di promozione