Coronavirus, positivo prete che abita a Santa Marta

Coronavirus, positivo prete che abita a Santa Marta

Un monsignore italiano in servizio presso la Segreteria di Stato vaticana è stato trovato oggi positivo al Coronavirus e portato in ospedale. Il prelato vive da tempo a Casa Santa Marta, la stessa residenza vaticana dove abita papa Francesco: si apprende che per l’edificio e i suoi abitanti sono state adottate le misure di prevenzione previste dai protocolli.

Il prelato è il quinto caso di positività registratosi Oltretevere. La sua salute al momento non desta preoccupazioni. Ieri mattina sono stati informate le persone che hanno lavorato con lui negli ultimi giorni in un Vaticano che è da tempo ormai in una situazione di quasi totale lockdown. Molti uffici lavorano in smart working, in altri i dipendenti fanno dei turni per essere presenti in sede il meno possibile.

L’altro ieri per la prima volta dia tempi della presa di Roma l’Osservatore Romano ha smesso di stampare le copie cartacee del proprio quotidiano. Per motivi di diffusione, infatti, è stata chiusa la tipografia. Francesco ha dovuto anche annullare il prossimo viaggio previsto per i primi di giugno a Malta e al momento non è in programma nessuno viaggio internazionale per tutto il 2020.