Il primo ministro britannico Boris Johnson risulta positivo al coronavirus

Il primo ministro britannico Boris Johnson risulta positivo al coronavirus

Il primo ministro britannico Boris Johnson ha dichiarato di essere risultato positivo al coronavirus e di autoisolarsi, ma che avrebbe comunque guidato la risposta del governo all’emergenza.

Un portavoce di Downing Street ha detto che Johnson, 55 anni, ha avuto lievi sintomi da giovedì – un giorno dopo aver risposto alla sessione settimanale di domande e risposte del primo ministro nella Camera dei Comuni del parlamento.

Nelle ultime 24 ore ho sviluppato sintomi lievi e risultati positivi per il coronavirus“, ha affermato Johnson. “Ora sono in auto-isolamento, ma continuerò a guidare la risposta del governo tramite videoconferenza mentre combattiamo questo virus“.

Non è stato immediatamente chiaro quanti dipendenti e ministri senior di Downing Street avrebbero dovuto isolare, dato che molti hanno avuto contatti con Johnson negli ultimi giorni e settimane.

Quando la Gran Bretagna ha applaudito gli operatori sanitari giovedì sera, Johnson e il suo ministro delle finanze Rishi Sunak sono usciti da ingressi separati a Downing Street e non sono entrati in stretto contatto, secondo un fotografo di Reuters sulla scena.

In precedenza il governo aveva affermato che Johnson aveva la possibilità di delegare il segretario agli esteri Dominic Raab, se necessario.

Il primo ministro è stato testato per il coronavirus su consiglio personale del Chief Medical Officer inglese, il professor Chris Whitty”, ha detto il portavoce.

Alessandro Capuano

Alessandro Capuano

Romano d’adozione, mi occupo di digitale da quando, a 12 anni, mi hanno regalato la prima console. Sono un fotografo incompetente ma curioso. La politica economica mi appassiona da sempre.