Trizio Consulting

Annunciato il cessate il fuoco in Libia

Annunciato il cessate il fuoco in Libia
ilBuonsenso

I due governi rivali della Libia hanno annunciato un cessate il fuoco immediato in tutto il paese.

Arriva dopo nove anni di conflitto tra le Nazioni Unite e il governo sostenuto dalla Turchia a Tripoli e il rivale sostenuto da Francia, Russia, Egitto e Emirati Arabi Uniti nell’est della Libia.

Venerdì, il governo sostenuto dalle Nazioni Unite guidato da Fayez al-Sarraj ha chiesto la smilitarizzazione della contesa città di Sirte.

In una dichiarazione separata, Aguila Saleh, presidente della Camera dei rappresentanti rivale con sede a est, ha anche chiesto un cessate il fuoco.

Entrambe le amministrazioni hanno chiesto la fine del blocco petrolifero imposto all’inizio di quest’anno.

Il governo di Tripoli intende inoltre programmare le elezioni parlamentari e presidenziali per marzo.

La Libia è precipitata nel caos quando una rivolta sostenuta dalla NATO nel 2011 ha rovesciato il dittatore di lunga data Moammar Gheddafi, che in seguito è stato ucciso dai combattenti ribelli.

La missione delle Nazioni Unite in Libia ha accolto con favore entrambe le dichiarazioni e ha chiesto l’espulsione di tutte le forze straniere e mercenari – che stanno combattendo da entrambe le parti – dal paese.

“Le due iniziative hanno creato la speranza per forgiare una soluzione politica pacifica alla crisi libica di lunga data, una soluzione che affermerà il desiderio del popolo libico di vivere in pace e dignità”, ha detto Stephanie Williams, capo ad interim della missione delle Nazioni Unite.