Trizio Consulting

Sgarbi insulta Virginia Raggi. Il Movimento si ribella

Sgarbi insulta Virginia Raggi. Il Movimento si ribella
Trizio Consulting

Vittorio Sgarbi, come suo solito, non le manda a dire e risponde in modo molto netto alla sindaca Raggi riguardo alla famosa foto dilui seduto sul water. E anzi rilancia le offese andando direttamente sul pesante.

Essendo priva di pensiero, – dice Sgarbi in un post su Facebook – la sindachessa Raggi dimentica che anche lei, come tutti, almeno una volta al giorno sta seduta sul water, pensatoio perfetto. In ogni caso, meglio stare seduti, miti e tranquilli, sul water, che esistere solo grazie alla violenza verbale e ai vaffanculo del padre di uno stupratore di donne. A questa scuola si è formata, e per questo malauguratamente, esiste la Raggi. Se ne stia tranquilla al cesso.

La risposta, dovuta e naturale da parte dei deputati romani ed europarlamentari del Movimento 5 Stelle non si fa attendere e chiedono l’intervento di Michetti.

Enrico Michetti dovrebbe prendere le distanze dagli “insulti” di Vittorio Sgarbi a Virginia Raggi, secondo i deputati e gli europarlamentari romani del Movimento 5 stelle. “Ci asteniamo dal commentare le ennesime dichiarazioni, tutte a base di insulti e di turpiloquio, fatte da Vittorio Sgarbi su Virginia Raggi. Sarebbe inutile. Ben più grave è però il silenzio del candidato delle Destre Enrico Michetti, e di tutti gli esponenti dei partiti che compongono quello schieramento”.


Aggiungono gli esponenti M5s: “Perché non prendono le distanze da colui il quale vorrebbero addirittura far sedere sulla poltrona di assessore alla Cultura? Forse Michetti, e con lui Giorgia Meloni e Matteo Salvini, condividono le oscenità ai danni di una donna espresse dal loro candidato? In casi come questo il silenzio va ben oltre la complicità, e chi lo attua se ne assume tutte le responsabilità”.