Roma si prepara al mini Giubileo dell’8 dicembre

Roma si prepara al mini Giubileo dell’8 dicembre

Trasporti, traffico, sanità e sicurezza sono stati i temi affrontati dal governo, dal comune di Roma e dai funzionari regionali in vista del Giubileo straordinario della Chiesa Cattolica sulla Misericordia che inizierà l’8 dicembre.
“Le istituzioni governative e locali hanno trovato accordo sull’accelerazione dei programmi di azione – in primo luogo giuridiche e finanziarie – necessarie per muovere velocemente la macchina organizzativa.

Il sottosegretario del governo Claudio De Vincenti, il sindaco di Roma Ignazio Marino, il Governatore della regione Lazio Nicola Zingaretti, il prefetto di Roma Franco Gabrielli e i rappresentanti del Ministero dell’Economia hanno partecipato alla riunione. Marino ha dichiarato che i primi interventi dovranno partire già da Giugno, al più tardi: Roma dovrà essere pronta ad accogliere milioni di pellegrini previsti per l’Anno Santo straordinario.

Tra i vari interventi ci sarebbero la copertura delle buche sulle strade principali, la creazione di parcheggi di interscambio in zone periferiche e l’introduzione di speciali collegamenti tra le aree di culto, tra percorsi pedonali e ciclabili.

Il sindaco ha detto che il Vaticano ha espressamente richiesto la costruzione di percorsi ciclabili e pedonali. Il Pontefice si augura che i pellegrini possano portare a termine il loro viaggio proseguendo a piedi o in bici”.
Nella lista delle cose da fare c’è anche il ripristino della sezione finale di antiche vie di pellegrinaggio, come la Via Francigena, che da Canterbury portava fino a Roma.

Papa Francesco ha annunciato l’inizio del Giubileo per l’8 dicembre e la fine per il 20 novembre 2016; l’annuncio è stato dato durante i festeggiamenti per il secondo anno di pontificato a Marzo.


Articoli correlati

L’Italia è fuori dalla recessione. Il PIL torna a crescere

L’Italia è uscita dalla recessione con un’espansione economica dello 0.3% nei primi tre mesi del 2015, comparati con il quadrimestre

Terremoto. Amatrice e Accumoli i più colpiti

A seguito della forte scossa verificatasi stanotte alle 3.36, e a quelle che sono seguite nelle ore successive, è riunito

Expo. Direttore FAO: sconfiggiamo la fame entro il 2025

Milano, 4 giugno – Obiettivo “Fame Zero” entro il 2025. Questo è la meta a cui arrivare, secondo il direttore