Il Presidente Mattarella ha firmato il decreto di scioglimento delle Camere

Il Presidente Mattarella ha firmato il decreto di scioglimento delle Camere

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, dopo aver sentito i Presidenti dei due rami del Parlamento, ai sensi dell’articolo 88 della Costituzione, ha firmato il decreto di scioglimento del Senato della Repubblica e della Camera dei Deputati, che è stato controfirmato dal Presidente del Consiglio dei Ministri.
Subito dopo, il Segretario Generale della Presidenza della Repubblica, Ugo Zampetti, si è recato dai Presidenti del Senato della Repubblica e della Camera dei Deputati per comunicare il provvedimento di scioglimento delle Camere. Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha ricevuto nel pomeriggio al Quirinale il Presidente del Consiglio dei Ministri, Paolo Gentiloni, e il Ministro dell’Interno, Marco Minniti.

Mattarella ha firmato i decreti di convocazione dei comizi elettorali

Il Presidente del Consiglio dei Ministri ha presentato per la firma i seguenti atti deliberati dal Consiglio dei Ministri:

Il decreto di convocazione dei comizi elettorali per le elezioni del Senato della Repubblica e della Camera dei Deputati per il 4 marzo 2018, nonché di determinazione della data della prima riunione delle nuove Camere fissata per il 23 marzo 2018. Il decreto di assegnazione alle Regioni del territorio nazionale e alle ripartizioni della circoscrizione Estero del numero dei seggi spettanti per le elezioni per il Senato della Repubblica.

Il decreto di assegnazione alle circoscrizioni elettorali del territorio nazionale e delle ripartizioni al territorio della circoscrizione Estero del numero dei seggi spettanti per le elezioni della Camera dei Deputati.

Il Capo dello Stato ha firmato i suddetti decreti, che sono stati controfirmati dal Presidente del Consiglio dei Ministri e dal Ministro dell’Interno.


Articoli correlati

Venezuela, divampa la protesta. Maduro sotto assedio

La crisi del Venezuela sembra divampare. Altri due giovani sono morti negli scontri di piazza. E intanto Nicolas Maduro dispone

Whatsapp vietata ai minori di 16 anni in Europa

La piattaforma di messaggistica, che è di proprietà di Facebook, sta iniziando ad alzare l’età minima di utilizzo in Europa da

Protezione ambientale. Approvata la legge al Senato

Il Senato ha definitivamente approvato una legge sulla protezione ambientale, punto significativo che crea nuovi reati in materia di inquinamento