Libia, in aumento numero degli sfollati

Libia, in aumento numero degli sfollati


E’ salito a 27 mila il numero degli sfollati dall’inizio degli scontri armati a Tripoli e dintorni, secondo dati dall’Onu, che precisa che i fattori che spingono le persone ad abbandonare le aree colpite includono combattimenti, bombardamenti, attacchi aerei, così come la mancanza di elettricità e acqua. Violente esplosioni si sono sentite ieri sera a Tripoli. Intanto il premier conte ha detto che “al momento” non c’è “un quadro di imminente pericolo” migranti.

Il ministero dell’Interno della Libia, riconosciuto a livello internazionale, ha accusato la Francia di fomentare la guerra sostenendo il comandante Khalifa Haftar e ha annunciato l’interruzione della cooperazione con Parigi.
    “Qualsiasi relazione con la parte francese nell’ambito negli accordi bilaterali nel campo della sicurezza si fermerà”, si legge nella dichiarazione diffusa da Tripoli, come riporta il Libya Observer.


Articoli correlati

Giappone. Studentesse accoltellate da un uomo a Tokyo, due morti

Un uomo giapponese con due coltelli si è buttato su una folla di studentesse ad una fermata dell’autobus fuori Tokyo

Ilva. Emiliano: Calenda incapace a fare il ministro

Il presidente della Puglia Michele Emiliano va all’attacco contro il ministro Carlo Calenda: «Ha fallito non solo perché è un

Roma. Auto sulla folla. Il sindaco: no al razzismo

Il sindaco di Roma Ignazio Marino ha avvertito del pericolo di cadere nella razzismo, “trappola” innescata da una micidiale sequenza