La pioggia

La pioggia

Le gocciole luminose e ridenti, giocano fra i rami degli alberi. Si tuffano dall’alto, e si ritrovano sull’erba bagnata. E allora si rincorrono fra di loro, felici. E la terra ride, perchè le piccole gocce le fanno il solletico nel loro gioioso giocare.

L’aria fresca porta finalmente un pò di sollievo a tutti, ma specialmente alle persone che fanno fatica a sopportare un caldo eccessivo specie se la sorte ha voluto che rimanessero sole. Tutto si sopporta meglio in compagnia di chi si vuole bene.

Ma il mondo è solo ormai. L’egoismo ha preso il sopravvento, e questo istinto non porta nulla di bello, nulla di altruismo.

E l’Uomo non ha voglia di sorridere, come la natura bagnata dalla benefica pioggia, l’Uomo ormai è un accessorio nelle mani del male, cattivo consigliere.

Uomo svegliati e gioca anche tu come le piccole gocce di pioggia, risveglierai così quello che c’è di meglio in te: amare gli altri, amare sempre per non conoscere più la cosa più brutta: l’egoismo.

Giada Ray


Articoli correlati

L’Isis rivendica l’attacco di Londra

L’attentato di Londra ha una firma, quella dell’Isis che ha rivendicato l’attacco all’ombra del palazzo di Westminster.  E il killer ora

Paolo Borsellino. Biografia di colui che sfidò la mafia

Borsellino è nato in una classe media Palermo nel quartiere Kalsa, al centro di Palermo che ha subito distruzioni di

Camping River. Problemi sanitari, sgombero campo nomadi a Roma

E’ dalle prime ore della giornata che è iniziato lo sgombero dei Rom dal Camping River di via Tiberina, periferia