La Giordania allenta il blocco coronavirus

La Giordania allenta il blocco coronavirus

Il primo ministro giordano Omar al Razzaz ha dichiarato che il governo avrebbe presto alleggerito il rigido blocco imposto per arginare la diffusione del nuovo coronavirus permettendo a più aziende e industrie di tornare al lavoro.

Tuttavia, non eliminerà ancora un coprifuoco imposto quasi un mese fa che limita i movimenti dei 10 milioni di persone della Giordania, ha detto Razzaz.

Il primo ministro ha affermato che le nuove misure potrebbero includere anche il consentire alle persone di muoversi più liberamente in alcune regioni al di fuori della capitale, ma ha avvertito che potrebbero essere annullate se la Giordania dovesse vedere un ulteriore picco nei casi di coronavirus.

I funzionari giordani sono preoccupati che la crisi, che ha colpito il settore del turismo da 5 miliardi di dollari l’anno e ha paralizzato molte aziende, ridurrà le proiezioni di crescita e approfondirà una recessione economica.

Il governo ha permesso solo alle industrie alimentari e lattiero-caseari e ad alcune industrie orientate all’esportazione come i prodotti farmaceutici e il cloruro di potassio e fosfati del paese di continuare alcune delle loro operazioni.

Decine di migliaia di lavoratori sono rimasti senza lavoro dopo il blocco che ha bloccato le costruzioni, le officine e molte industrie.

Il governo all’inizio di questa settimana ha esteso la chiusura di uffici pubblici, scuole e università fino alla fine di questo mese. Il regno ha anche chiuso i suoi confini terrestri con Iraq, Siria, Israele e Arabia Saudita e fermato tutti i voli internazionali.

Giorgio Muscas

Giorgio Muscas

Esperto in criptovalute mi dedico all'economia e alla politica. Il giornalismo è la mia vera passione