Italia, amore mio

Italia, amore mio

Non amare la terra che ti ha dato i natali è contro natura, ma andarle contro, cercare di distruggerla, vendendola al primo venuto, annientando tutti i sacrifici, le lotte, il sangue versato per salvarla da gente indegna per avidità, questo vuol dire andare contro se stessi e danneggiare per sempre tutto il popolo.

Noi abbiamo lottato, noi abbiamo sofferto, pianto perdendo i figli migliori, che hanno combattuto per salvare la propria terra

Una mano, la mano di tanti eroi si alza minacciosa e grida dal profondo, no, no, l’Italia è nostra di noi tutti italiani, e una voce lontana, la voce di una madre straziata da dolore: ricordatevi tutti voi, giu la testa e vergognatevi!

E un coro sdegnato, deluso grida: ricordatevi voi che l’avete messa all’asta, l’Italia è nostra, di tutti gli italiani. L’Italia quindi non è in vendita.

Guada Ray

 


Articoli correlati

Istat, 40% lavoratrici precarie è mamma

Il lavoro precario, in termini tecnici ‘atipico’, è “più diffuso tra i giovani di 15-34 anni”, tanto che “circa 1

Evacuato Mont Saint Michel, è allarme terrorismo. Caccia all’uomo

E’ scattato tutto intorno alle 7.45 di questa mattina quando una guida turistica che si trovava su una navetta diretta

Expo 2015, Mattarella: “Facciamo crescere generazione ‘fame zero'”

Rho, 5 giugno – Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha visitato nella giornata di oggi il sito Expo. Il