Coronavirus. Trump dichiara l’emergenza nazionale

Coronavirus. Trump dichiara l’emergenza nazionale

Il presidente Donald Trump ha dichiarato un’emergenza nazionale degli Stati Uniti sul coronavirus che si sta diffondendo, aprendo la porta a ulteriori aiuti del governo per combattere il virus che ha infettato oltre 138.000 persone in tutto il mondo e ha causato oltre 5.000 morti.

L’impatto del coronavirus sulla vita quotidiana è profondo in tutto il mondo. È stato rilevato per la prima volta in diversi paesi, con l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) che ha definito l’Europa l’epicentro attuale della pandemia. Scuole e aziende chiuse, il calendario sportivo globale è stato interrotto e le persone hanno dovuto affrontare maggiori restrizioni sui movimenti personali.

Per liberare il pieno potere del governo federale a questo sforzo oggi, sto ufficialmente dichiarando un’emergenza nazionale – due parole molto gravi“, ha detto Trump nelle osservazioni al Rose Garden della Casa Bianca, aggiungendo che la situazione degli Stati Uniti potrebbe peggiorare e “le prossime otto settimane saranno fondamentali.

I tre principali indici azionari statunitensi hanno registrato un rialzo di oltre il 9% venerdì, rimbalzando dal più grande calo giornaliero di Wall Street dal 1987. Ma gli indici erano ancora circa il 20% inferiori ai massimi record raggiunti a metà febbraio.

Il direttore generale dell’OMS Tedros Adhanom Ghebreyesus ha affermato che l’Europa ora ha registrato più casi e morti rispetto al resto del mondo messi insieme, a parte la Cina, dove ha avuto origine il coronavirus ma dove i nuovi casi sono rallentati. L’OMS ha definito il bilancio delle vittime che ha raggiunto i 5.000 a livello globale “una tragica pietra miliare”.

Il principale esperto dell’emergenza dell’OMS, Mike Ryan, ha affermato che il distanziamento sociale è un “metodo provato e testato” per rallentare la diffusione di un virus ma “non una panacea” che fermerebbe la trasmissione.

La Federal Reserve americana ha stanziato 37 miliardi di dollari di acquisti di titoli del Tesoro, accelerando le misure rafforzate di liquidità del mercato annunciate.