Come gestire i tuoi utenti di WordPress

Come gestire i tuoi utenti di WordPress

Più utenti hai sul tuo sito WordPress, più è difficile gestirli. Gli sforzi amministrativi richiesti di solito includono il controllo dell’accesso, la limitazione delle impostazioni di “interruzione del sito”, l’interruzione degli utenti dalla modifica di contenuti specifici e altro ancora.

WordPress ha ruoli utente che consentono di impostare i privilegi e gestire gli utenti. Tuttavia, ci sono molti altri modi per eseguire un’operazione più efficiente, senza impantanarsi con la gestione degli utenti.

In questo articolo, affronteremo le sfide legate alla gestione di un sito Web WordPress con più utenti. Quindi evidenziamo tre suggerimenti per aiutarti a farlo in modo più efficiente.

Quando parliamo di “utenti” nel contesto di questo articolo ci riferiamo a persone con accesso al tuo dashboard WordPress. Possono essere lì per aiutarti a gestire i commenti, pubblicare nuovi contenuti o qualunque altra attività tu gli assegni. A seconda della portata del tuo sito, avere altre persone che ti aiutano può essere un peso in meno sulle spalle. Tuttavia, presenta anche un paio di problemi:

Maggiore è il numero di persone che hanno accesso al tuo sito web, più esposto diventa potenzialmente, soprattutto se quegli utenti non seguono buone pratiche di sicurezza.
Errore umano. Prima o poi qualcuno sbaglierà qualcosa sul tuo sito web. Chiamalo un errore o “legge della natura”, se vuoi.
Come amministratore del tuo sito WordPress, ti viene in mente di prevenire questi problemi. Ciò significa assumere un ruolo attivo nella gestione degli utenti.

Idealmente, trascorrerai il minor tempo possibile a preoccuparti di ciò che fanno gli utenti. Ciò ti consente di concentrarti su attività più produttive, come la creazione di nuovi contenuti e idee di business. Tuttavia, per arrivarci, dovrai capire come gestire gli utenti in modo efficiente. I seguenti tre suggerimenti dovrebbero aiutare!

Assegnare e configurare attentamente i ruoli utente

Administrator. Questa è la persona con pieno accesso al sito web.
Editor. Questo ruolo può pubblicare e modificare i post di ogni altro utente.
Autore. Può pubblicare e gestire solo i propri messaggi.
Contributore. I contributori possono scrivere e inviare post per la revisione, modificarli, ma non pubblicarli.
Iscritto. Il livello più basso e ottiene solo l’accesso al proprio profilo.

Quando si considera quale ruolo assegnare a un utente, utilizzare il principio dei privilegi minimi sul proprio sito Web WordPress. Ad esempio, se hai qualcuno il cui unico compito è scrivere e pubblicare i propri post, non c’è motivo per cui dovrebbero ottenere privilegi di amministratore o editor. Dovrebbero essere assegnati il ​​ruolo dell’autore.

Questo è facile con i ruoli utente di WordPress predefiniti. Tuttavia, alcuni plugin aggiungono ruoli aggiuntivi. Ad esempio, WooCommerce aggiunge i ruoli “Shop Manager” e “Customer”.

Come regola generale, di solito è una buona idea rivedere i ruoli degli utenti se vuoi aggiungere nuove funzionalità al tuo sito web. Inoltre, alcuni plugin ti consentono di creare nuovi ruoli utente o modificare quelli esistenti, come User Role Editor .

Con questo plug-in, puoi ad esempio dare a un utente la possibilità di apportare modifiche al tema attivo. Questo livello di precisione dei ruoli non è disponibile nell’amministrazione WordPress predefinita. Quindi la soluzione migliore è creare un ruolo personalizzato.

Monitorare gli utenti con un plug-in del registro delle attività

Più utenti hai, più attività ci saranno sul tuo sito. Tuttavia, senza log o registrazioni è difficile accertare l’esatta attività che si svolge.

La registrazione non è inclusa in WordPress per impostazione predefinita. Pertanto, è necessario installare il plug-in come Wir Security Audit Log per tenere traccia di ogni modifica apportata all’utente sul sito Web. ll plug-in del registro di controllo della sicurezza WP tiene un registro di ogni evento sul tuo sito. Ha anche un sensore dedicato per tenere un registro delle modifiche fatte sui negozi e sui prodotti WooCommerce. E’ un plug-in completamente configurabile in modo da poter facilmente modificare per registrare e notificare le cose che vuoi.

Applicare criteri per password complesse

Una sorprendente percentuale di persone ha orribili abitudini di password. Più utenti hai sul tuo sito web, maggiori sono le probabilità che alcuni lo mettano a rischio a causa di password deboli.

WordPress ti dice se stai impostando una password debole. Tuttavia, non ha un modo per forzare l’uso di una password complessa. L’approccio più semplice, come spesso accade, è con i plugin. Installa Gestione criteri password per WordPress.

Con questo plugin è possibile configurare le politiche per i tipi di password che gli utenti possono impostare. Ad esempio, è possibile configurare la lunghezza minima della password, obbligare gli utenti a utilizzare i caratteri mix, impostare le scadenze delle password e altro ancora.

Tenete presente, tuttavia, che la ricerca dimostra che la lunghezza è il fattore determinante principale quando si tratta di una password sicura. Se si desidera ridurre le possibilità di violazioni della sicurezza, è possibile impostare una lunghezza minima della password di 15-20 caratteri. Sembra molto, ma è meglio una password lunga che un sito bucato.

Migliore gestione degli utenti di WordPress

È sempre bello avere altre persone che aiutano con il tuo sito web o il tuo negozio di e-commerce. Tuttavia, questo significa anche che dovrai assumere un ruolo più attivo nella gestione degli utenti. WordPress ti offre alcune funzionalità di base per aiutarti a gestire siti web multiutente, usale prima e non pensare di avere pochi utenti, anche uno o due è già l’inizio di possibili problemi, previeni tutto con i nostri consigli.


Articoli correlati

Arduino, la rivoluzionaria scheda elettronica Made in Italy

Arduino è una compagnia open-source produttrice di hardware e software; un progetto e una comunità di persone che disegnano pacchetti

Anticorruzione, Bonafede alla LUISS: “Legge Severino, norma coraggiosa che dà impulso alla nostra azione”

“La legge Severino ha rappresentato un’inversione rispetto al passato, ponendo le basi per ciò che stiamo facendo ora” così il

Fazio: vi racconto il 25 aprile insieme a Saviano e Paolini

Il 25 aprile 2015 ricorrerà il 70esimo anniversario di una data storica, che ha segnato in modo indelebile la vita