Cina: gli Usa devono collaborare per il coronavirus

Cina: gli Usa devono collaborare per il coronavirus

È cruciale che la Cina e gli Stati Uniti gestiscano correttamente le loro relazioni durante la pandemia di coronavirus, queste le parole del diplomatico cinese Yang Jiechi al segretario di Stato americano Mike Pompeo.

Yang ha detto a Pompeo nella loro conversazione telefonica che sperava che gli Stati Uniti avessero avvicinato la Cina, concentrandosi sulla cooperazione e aiutando a promuovere relazioni bilaterali in linea con gli interessi fondamentali dei loro paesi.

La Cina è disposta a continuare a condividere informazioni ed esperienze sulla prevenzione e il controllo delle epidemie con gli Stati Uniti, ha affermato Yang.

Yang, un membro dell’Ufficio Politico del Comitato Centrale del Partito Comunista Cinese (CPC) e il direttore dell’Ufficio degli Affari Esteri del Comitato Centrale CPC, ha detto a Pompeo che “qualsiasi piano per imbrattare la Cina sarà destinato a fallire”, e la Cina reagirà con determinazione a queste mosse. 

Nella telefonata, Pompeo ha incolato la Cina per aver spostato la responsabilità dell’epidemia COVID-19 sugli Stati Uniti

“Il segretario Pompeo ha trasmesso forti obiezioni degli Stati Uniti agli sforzi della RPC per spostare la colpa di COVID-19 negli Stati Uniti”, ha detto Morgan Ortagus, portavoce del Dipartimento di Stato in una nota.

Il portavoce del ministero degli Esteri cinese Zhao Lijian ha scritto sul suo account Twitter che le forze armate statunitensi avrebbero potuto portare il coronavirus nella città cinese di Wuhan, che è stata la più colpita dall’epidemia.

Giorgio Muscas

Giorgio Muscas

Esperto in criptovalute mi dedico all'economia e alla politica. Il giornalismo è la mia vera passione