Trizio Consulting

Ayatollah Ali Khamenei: la vendetta è certa

Ayatollah Ali Khamenei: la vendetta è certa
Trizio Consulting

L’account Twitter del leader supremo iraniano riportava l’immagine di un giocatore di golf che somigliava all’ex presidente Donald Trump apparentemente preso di mira da un drone, giurando vendetta per l’uccisione di un alto generale iraniano in un attacco con droni statunitensi.

Il post riportava il testo delle osservazioni dell’ayatollah Ali Khamenei a dicembre, in cui diceva “La vendetta è certa“, rinnovando un voto di vendetta in vista del primo anniversario dell’uccisione del comandante militare supremo generale Qassem Soleimani nell’attacco in Iraq.

Coloro che hanno ordinato l’omicidio del generale Soleimani e coloro che lo hanno compiuto dovrebbero essere puniti. Questa vendetta avverrà sicuramente al momento giusto ”, ha twittato Khamenei il 16 dicembre, senza nominare Trump, che aveva ordinato l’attacco.

All’inizio di Gennaio 2021, Twitter ha rimosso un tweet di Khamenei in cui diceva che i vaccini fabbricati negli Stati Uniti e in Gran Bretagna erano inaffidabili e potrebbero essere destinati a “contaminare altre nazioni”. La piattaforma ha affermato che il tweet ha violato le sue regole contro la disinformazione.

Non c’è stata alcuna azione immediata apparente da parte di Twitter sul tweet in lingua persiana venerdì di Khamenei, la massima autorità iraniana.

Le tensioni sono cresciute rapidamente tra Teheran e Washington dal 2018, quando Trump è uscito da un accordo del 2015 tra l’Iran e sei potenze mondiali che cercavano di frenare il programma nucleare di Teheran. Washington ha reimpostato le sanzioni che hanno paralizzato l’economia iraniana.

L’Iran ha chiesto azione e “non solo parole” poco dopo che Joe Biden ha prestato giuramento come presidente degli Stati Uniti mercoledì. Biden ha detto che Washington si unirà nuovamente all’accordo nucleare se l’Iran riprenderà la stretta osservanza.