Apple, 1 mld per produrre contenuti tv

Apple, 1 mld per produrre contenuti tv

Apple vuole investire un miliardo di dollari per creare contenuti audiovisivi originali nel 2018, entrando così in un campo per ora comandato da Netflix, Hulu e Amazon. Lo dice il Wall Street Journal, secondo cui Apple potrebbe acquistare e produrre fino a 10 serie tv, da distribuire sulla piattaforma Apple Music o su un nuovo servizio dedicato ai video.

L’enorme cifra sarebbe nelle mani di Jamie Erlicht e Zack Van Amburg, due ex di Sony incaricati della strategia video e dell’acquisizione di contenuti. Entrambi avrebbero già iniziato a incontrare agenti di Hollywood. I costi dei programmi potrebbero spaziare dai 2 milioni di dollari a puntata per serie tv che rientrano nel genere della commedia, a 5 milioni per le serie drammatiche. A confronto, produzioni di fascia alta come “Il trono di spade” della Hbo possono costare anche più di 10 milioni a puntata.

Il budget di Apple è in linea con quello di Amazon nel 2013, agli esordi nel settore. E’ invece la metà dei 2 miliardi spesi da Netflix sempre nel 2013, anno in cui lanciò le serie “House of cards” e “Orange is the new black”. Quest’anno la spesa di Netflix dovrebbe superare i 6 miliardi.

Apple, che già noleggia film e serie tv attraverso la piattaforma iTunes, finora ha lanciato due produzioni audiovisive originali dedicate agli abbonati al servizio Apple Music: il talent show “Planet of the apps”, lanciato a giugno, e “Carpool Karaoke”, lanciato la settimana scorsa.


Articoli correlati

Perchè i click di Google Analytics sono diversi dalle sessioni?

Diversi membri della comunità SEO hanno definito “inaccurato” il report di ricerca di Analytics su Google Search Console (ex Google Webmaster Tools)

Samsung Galaxy S6. Tutte le novità

L’attesissimo Samsung Galaxy S6, è un vero concentrato di novità, che alcuni trucchi possono esaltare al meglio, e che viene

Elezioni, Di Maio: ‘Aperti al confronto con tutti i partiti’

“Oggi inizia la Terza Repubblica e sarà una Repubblica dei cittadini italiani”. Così Luigi Di Maio in conferenza stampa all’hotel