Controllare la reputazione online. Un sistema facile per iniziare | ExpoitalyOnline

Controllare la reputazione online. Un sistema facile per iniziare

Controllare la reputazione online. Un sistema facile per iniziare

Controllare la reputazione online è un lavoro estremamente importante ma che necessita di un sistema facile per iniziare, perchè i commenti negativi e le critiche peggiorano quanto più si diffondono senza che la persona o l’azienda in questione intervenga. Ma come è possibile controllare la propria reputazione online in un mondo tanto sconfinato come quello di internet?

Controllare la reputazione online. Un sistema facile per iniziare

In questa guida di base vedremo i passi necessari per verificare la propria reputazione online, in modo semplice e veloce, e soprattutto con istruzioni alla portata degli utenti meno esperti. Infine qualche strumento automatico che possa semplificare il lavoro e alcune strategie più avanzate.

  Una agenzia che offre sistemi avanzati di gestione della reputazione online?

Controllare la reputazione online sui motori

Per cominciare dobbiamo rivolgerci al re dei motori di ricerca: Google. Iniziamo inserendo nella barra apposita il nostro nome o la ragione sociale della nostra azienda: i risultati compariranno immediatamente, ma tra questi è probabile che molti appartengano al nostro stesso sito o che comunque vi siano link ripetuti. Per semplificare la visualizzazione dei dati che ci interessano, potete scrivere il segno meno seguito dal nome del sito i cui risultati volete escludere dall’elenco. Ad esempio:

Roberto Trizio -alground.com

Riuscirete rapidamente a scremare la ricerca e a comprendere immediatamente se ci sono altre citazioni di una certa importanza, su di voi e la vostra attività. Può inoltre capitare di vedere nei piccoli riassunti immediatamente sotto i vari link, i cosiddetti snippet, una frase che ci coinvolge, ma di non essere in grado di raggiungere la pagina finale, per via di un problema tecnico o perchè la risorsa è stata recentemente rimossa. In questo caso digitiamo nella barra di ricerca:

cache:nomedelsito.com

per visualizzare una copia di quella pagina, registrata nella memoria del motore di ricerca, in modo da scoprire ugualmente come e perché eravamo stati citati.

Per controllare la reputazione online dobbiamo partire da alcune ricerche mirate su Google.

Per controllare la reputazione online dobbiamo partire da alcune ricerche mirate su Google.

Controllare la reputazione online tramite le immagini

La seconda ricerca che dobbiamo fare riguarda Google Immagini, la funzione che si occupa esclusivamente di individuare foto all’interno di internet. Sempre con gli accorgimenti precedenti, potete eliminare i risultati che non vi interessano e individuare più facilmente del materiale fotografico che vi riguarda. E’ buona norma eseguire anche una rapida ricerca su YouTube, per capire se alcuni video di altri utenti vi interessano in qualche modo.

Controllare la reputazione online su Google Plus

Una volta che è stata data una prima occhiata ai risultati sui motori di ricerca, è necessario affrontare i social network, i luoghi dove più spesso circolano le opinioni. Possiamo cominciare ad utilizzare il servizio di GoogleMe on the Web” che si occupa di cercare informazioni su di noi e di riportarcele rapidamente. Non è un servizio sul quale si può fare completo affidamento, ma può portare qualche buon indizio.

Parallelamente possiamo controllare il nostro primo social, quello di Google Plus: se siete all’interno del vostro account Google, noterete in alto a destra una piccola campanella relativa alle notifiche. Cliccando si aprirà un menù a tendina, che indicherà tutte le interazioni con il vostro nome e la vostra identità. Verranno qui notificati tutti i messaggi dove siete stati direttamente menzionati e coloro che vi hanno aggiunto alle loro cerchie.

In questo modo, potrete verificare come si parla di voi su Google Plus, e nel caso in cui un utente dal profilo poco professionale dovesse avervi aggiunto alle cerchie, potete provvedere a bloccarlo, in modo da non risultare all’interno dei suoi contatti e non avere delle cadute d’immagine. Infine è buona norma fare anche una ricerca, sempre all’interno di Google Plus, con il proprio nome, al fine di verificare ulteriori possibilità di essere stati coinvolti in qualche discussione.

Controllare la reputazione online non può dimenticare i social. Vediamo come monitorarli uno per uno

Controllare la reputazione online non può dimenticare i social. Vediamo come monitorarli uno per uno

La reputazione online su Twitter e Facebook

E’ tempo di verificare Twitter. Raggiungete il vostro account e sotto la casella “Menzioni” individuarete immediatamente i tweet che vi riguardano. Si tratta di una operazione assolutamente semplice e veloce.Ma in questo modo potreste farvi sfuggire alcuni tweet di vecchia data, che magari sono stati scritti prima del vostro controllo.

Per questa evenienza, potete utilizzare il servizio Topsy: si tratta di un vero e proprio motore di ricerca dedicato ai tweet, che ha registrato tutti i messaggi spediti fin dal 2006. Una rapida ricerca vi permetterà di recuperare dei messaggi che vi riguardano, postati in qualsiasi data, a partire dalla nascita stessa del social network.

Su Facebook è sufficiente visualizzare le proprie notifiche: sarete avvisati sia di messaggi diretti che di citazioni, ma anche di risposte alle discussioni alle quali avete partecipato o che state semplicemente monitorando.

LinkedIN

Diamo un’occhiata anche al nostro account LinkedIn, molto importante in quanto si tratta di una rete professionale. Anche qui la barra delle notifiche ci fa capire immediatamente se qualcuno ha parlato di noi. Inoltre, caso unico nel suo genere, abbiamo persino la funzione che ci permette di conoscere chi ha visualizzato il nostro account. Anche se a volte l’identità di queste persone non è completamente riconoscibile, a meno che non si passi ad un account premium, possiamo comunque avere un’idea di quello che sta succedendo sulla nostra reputazione.

Reputazione online: alcuni strumenti più completi

Eseguite queste mosse, possiamo procedere ad utilizzare un paio di strumenti leggermente più sofisticati: il primo è Social Mention. Si tratta di un motore di ricerca esclusivamente incentrato sul mondo dei social, che ci permette di eseguire una ricerca in contemporanea non solo sulle piattaforme più famose ma anche su quelle meno conosciute o che non siamo soliti utilizzare personalmente.

Basta inserire il termine di ricerca nell’apposita casella e immediatamente vedremo i risultati: tra l’altro vengono fornite delle piccole statistiche come la popolarità del nostro nome, il rapporto tra commenti positivi e negativi o il sentimento nei nostri riguardi. Certamente un ottimo strumento per avere una rapida visione d’insieme, tra l’altro completamente gratuito.

Un sistema di notifiche può semplificare il controllo della Reputazione online

Un sistema di notifiche può semplificare il controllo della Reputazione online

Non molto conosciuto, ma efficace, è anche un altro per ricerca: parliamo di Complaint Search. In questo caso viene eseguito una controllo su 40 e più siti dedicati a lamentele o critiche nei confronti di persone fisiche e aziende. Utilizzando questo strumento, possiamo rapidamente capire se qualcuno si è lamentato di noi, in modo semplice e senza sforzo.

Un sistema di notifiche per la reputazione online

Queste operazioni andrebbero eseguite giornalmente e possono impiegare circa un quarto d’ora o al massimo venti minuti, ma un valido aiuto può arrivare dei sistemi che controllano la nostra reputazione online e ci notificano automaticamente quanto accade qualcosa. Per questo motivo possiamo innanzitutto attivare la notifica via mail in caso di nuove citazioni su tutti i nostri social network, in particolare possiamo appoggiarci a Gmail, che spedisce le notifiche da parte dei social sotto l’apposita casella, separandola dalla normale posta in entrata.

Inoltre possiamo utilizzare il servizio Google Alert: si tratta di un valido strumento gratuito dove possiamo inserire il nostro nome personale o quello della nostra azienda e stabilire una serie di caratteristiche fra cui:

  • Quando ricevere la notifica (Appena accade, su base settimanale o mensile)
  • Le fonti
  • La lingua
  • La zona geografica
  • I tipi di risultato da notificare
  • L’email o il feed RSS a cui mandare il tutto
  • Un riassunto complessivo via mail

Questo sistema di base, ci permetterà di rimanere costantemente aggiornati su tutto quello che accade nel mondo digitale e che ci riguarda personalmente. E’ importante però ricordare che questo lavoro è alla portata del normale utente, ma non può sostituire un’indagine completa e una attività di monitoraggio professionale, che si rende invece necessaria nel momento in cui il nostro nome o il nostro marchio inizia ad assumere una popolarità di un certo livello. In questo caso è fondamentale rivolgersi agli esperti, specie quando sia necessario intervenire in caso in cui si verifichino problemi.

Roberto Trizio

Roberto Trizio

Dopo una robusta preparazione in giornalismo scientifico e digitale, secondo le tecniche anglosassoni in forza ad USA Today, dirige i portali del gruppo ExpoItalyWeb. Su ExpoitalyOnline firma diversi approfondimenti di digital marketing.



Articoli correlati

Promuovere un business locale con Facebook

Lo scorso ottobre, Facebook ha annunciato l’uscita delle Local Awareness ads, gli annunci che permettono di sfruttare la localizzazione geografica degli utenti –

Google Shopping. Come gestire le aste e il budget

È una delle aree più difficili nella gestione delle campagne Google Shopping: come gestire le aste e il budget. Spesso

Creare annunci video che vendono. Le strategie migliori

Internet e soprattutto il mondo mobile premiano chi sa creare annunci video che vendono: il multimediale è uno degli elementi di