Sara Khadem sfida gli ayatollah

SPONSOR
Expoitalyart

Una giocatrice di scacchi iraniana ha preso parte a un torneo internazionale in Kazakistan senza hijab per il secondo giorno consecutivo.

Ai Campionati Mondiali di Scacchi Rapidi e Blitz FIDE ad Almaty, Kazakistan, Sara Khadem ha gareggiato senza velo, una violazione delle leggi iraniane che regolano il codice di abbigliamento femminile.

L’Iran è stato travolto da manifestazioni contro la leadership clericale del paese da metà settembre, quando la donna curda iraniana di 22 anni Mahsa Amini è morta sotto la custodia della polizia morale che l’ha arrestata per “abbigliamento inappropriato”.

Le leggi che impongono l’uso obbligatorio dell’hijab sono diventate un punto critico durante le proteste, con una serie di atlete che gareggiano all’estero che appaiono in pubblico senza il velo.

Khadem, nata nel 1997 e noto anche come Sarasadat Khademalsharieh, è ​​classificata 804 nel mondo, secondo il sito web della International Chess Federation. Il sito web dell’evento del 25-30 dicembre la elencava come partecipante alle competizioni Rapid e Blitz. I notiziari iraniani Khabarvarzeshi ed Etemad hanno confermato che Khadem aveva gareggiato al campionato di Almaty senza hijab.