Joe Biden batterebbe Trump del 12% secondo il sondaggio della Fox News

Joe Biden batterebbe Trump del 12% secondo il sondaggio della Fox News

L’ex vicepresidente Joe Biden è ancora il democratico che molto probabilmente sconfiggerà il presidente Donald Trump in uno scontro diretto, secondo un nuovo sondaggio di Fox News.

Il 51% degli elettori registrati ha dichiarato di voler votare per Biden in quello scenario e il 39% ha dichiarato di voler votare per Trump. Il vantaggio di Biden è rimasto alto tra gli indipendenti, il 33% -23%, ma il 20% ha preferito “altro” a lui o Trump e il 16% ha dichiarato di non sapere chi avrebbe scelto. Trump era in minoranza su quasi tutti i dati demografici tranne i bianchi, il 46% dei quali preferiva il presidente su Biden.

Maschi bianchi non laureati per Trump

Il quarantaquattro percento degli elettori bianchi ha scelto Biden. Il 46% delle donne bianche ha optato per Biden mentre gli uomini bianchi hanno supportato Trump con un margine di 11 punti. Il suo più forte sostegno è stato tra gli uomini bianchi senza laurea. Il cinquanta percento di loro preferiva Trump. Il 37% ha scelto Biden. Gli evangelici bianchi hanno scelto Trump 68% -24%.

La senatrice Elizabeth Warren

La senatrice Warren

Anche la senatrice Elizabeth Warren del Massachusetts, che è arrivata seconda in molti recenti sondaggi, ha battuto Trump in un ipotetico matchup, ma con un margine più modesto del 46% -41%. Il senatore Bernie Sanders del Vermont ha battuto Trump 49% -41% e il sindaco Pete Buttigieg lo ha fermato al 41%. Il sondaggio ha rilevato che l’ex segretario di Stato Hillary Clinton, che non è candidata, avrebbe un vantaggio di due punti su Trump, 43% -41%. Biden era il favorito tra i probabili elettori democratici al 31%. Successivamente è stato Warren al 21%, seguito da Sanders al 19% e Buttigieg al 7%.

Importante è vincere Trump

Il novantasette percento di quegli elettori ha affermato che era importante che il candidato democratico fosse in grado di sconfiggere Trump – l’80% ha dichiarato che era “estremamente importante”, il 14% ha dichiarato che era “molto” importante e il 4% ha dichiarato che era “in qualche modo” importante .

D’altra parte, il 42% ha dichiarato che era “estremamente” importante che il candidato condividesse le proprie opinioni su questioni importanti, mentre il 40% ha affermato che era “molto” importante. Il sessantanove per cento degli elettori democratici ha dichiarato di essere soddisfatto delle proprie opzioni primarie, mentre il 28% ha dichiarato di desiderare di avere altre scelte. L’ex first lady Michelle Obama è stata dichiarata potenziale candidata nonostante la sua insistenza sul fatto che non sarebbe scappata. Il sondaggio ha rilevato che il 50% dei democratici avrebbe “sicuramente” votato per lei e un ulteriore 39% lo avrebbe considerato. Se Clinton dovesse partecipare alla gara, il 27% ha dichiarato che le darebbe il voto, ma il 30% ha dichiarato che non voterebbe mai per lei.

L’ex sindaco di New York Michael Bloomberg ha lasciato intendere che il mese scorso avrebbe potuto partecipare alla gara se Biden avesse avuto difficoltà. Il sei percento degli elettori democratici ha dichiarato che lo sosterrebbero sicuramente, mentre il 32% ha dichiarato che lo prenderebbe in considerazione e un altro 32% ha dichiarato che non avrebbe mai avuto il proprio voto. Biden non sembra essere stato influenzato negativamente dalle accuse di inadeguatezza di Trump circa il lavoro di suo figlio, Hunter Biden, che collabora con una compagnia energetica ucraina mentre suo padre stava lavorando per convincere quel paese ad affrontare la corruzione. I funzionari in Ucraina e negli Stati Uniti non hanno ritenuto che i Biden potessero essere accusati di qualsiasi tipo di illecito. Quasi il 60% degli elettori ha dichiarato che non era appropriato che i figli di leader politici intrattenessero rapporti commerciali in altri paesi. Ma solo l’11% degli elettori democratici ha dichiarato di avere meno probabilità di votare per Biden a causa delle accuse, mentre il 65% ha dichiarato che non gli importa nulla della faccenda e il 21% ha affermato che gli attacchi di Trump li hanno resi più propensi a votare per Biden.