Iran. Giochi di guerra nello stretto di Hormuz

Iran. Giochi di guerra nello stretto di Hormuz

La marina iraniana ha lanciato esercitazioni “su larga scala” nello Stretto di Hormuz e nel Mare di Oman per mostrare la sua forza marittima tra crescenti tensioni con gli Stati Uniti.

Il contrammiraglio Hossein Khanzadi, comandante della marina iraniana, ha detto che le manovre sono iniziate giovedì e dureranno una settimana. Per la prima volta, verranno usati missili lanciati da un sottomarino.

All’inizio di questa settimana, il presidente iraniano Hassan Rouhani ha inaugurato lo “stato dell’arte” e il sottomarino prodotto a livello nazionale,  Fateh (conquistatore) , che secondo l’esercito è in grado di sparare missili da crociera.

Il Fateh è equipaggiato con siluri e un sistema di precisione, ed è in grado di rimanere sott’acqua per un massimo di cinque settimane, secondo la marina.

Gli Stati Uniti e i loro alleati nella regione del Golfo hanno ripetutamente denunciato l’esercito iraniano come una minaccia per la regione. Ma Teheran ha detto che i suoi apparati militari sono solo a scopo difensivo.

Khanzadi ha anche detto che i missili con diverse gamme saranno lanciati dalle navi da guerra durante gli esercizi.

Per la prima volta, queste armi saranno testate seriamente e possiamo rendere la regione marittima iraniana pericolosa per il nemico in ogni modo possibile“, ha detto Khanzadi.

Le attività navali inizieranno a 2 km dallo Stretto di Hormuz e si estenderanno 10 gradi a nord dell’Oceano Indiano, come ha detto Khanzadi dall’agenzia di stampa Mehr .

Le esercitazioni navali includeranno sia come affrontare le minacce esterne, nonché una valutazione delle attrezzature navali, la preparazione navale, la responsabilità e la preparazione in acque aperte.

A gennaio, l’ Iran ha tenuto una esercitazione navale congiunta con la Russia nel Mar Caspio e ha effettuato esercitazioni aeree e terrestri separate in cui sono stati messi alla prova i jet dell’aeronautica, i razzi fabbricati in loco e i missili anti-radar e termici.

L’esercizio nello Stretto di Hormuz è un esercizio annuale quindi non c’è “nulla di sorprendente”, secondo Ghanbar Naderi, un analista e giornalista della difesa di base a Teheran che ha coperto precedenti giochi di guerra militari.

“Non c’è nulla di eccezionale in questo evento annuale”, ha detto Naderi ad Al Jazeera. “Ma, naturalmente, quest’anno assume un significato diverso a causa della guerra economica che il paese sta affrontando”.

“L’idea è di testare la prontezza delle forze armate, che non dovrebbe essere interpretata come una minaccia alla sicurezza regionale”, ha aggiunto.

Gli Stati Uniti si sono ritirati dallo storico accordo nucleare del 2015 con le potenze mondiali e hanno reimposto sanzioni punitive sull’Iran lo scorso anno. Da allora le tensioni si sono intensificate tra Washington e Teheran.


Articoli correlati

Londra. Cosa vedere, dove andare

Viaggio a Londra. Un sogno per molti che ora diventa realtà. Avete deciso ma non sapete quali attrazioni vedere? Ecco

Diritti sulle vendite successive: l’autore dell’opera non paga Iva

La vicenda ha avuto origine da una lettera di diffida inviata dalla Commissione europea alla Repubblica d’Austria, relativa alla prassi

Bologna: il flauto magico di Mozart è in 3D

Effetti 3D abbaglieranno i frequentatori dell’opera a Bologna, durante l’esecuzione de Il flauto magico di Wolfgang Amadeus Mozart, sabato a