Elezioni, Di Maio: ‘Aperti al confronto con tutti i partiti’

Elezioni, Di Maio: ‘Aperti al confronto con tutti i partiti’

“Oggi inizia la Terza Repubblica e sarà una Repubblica dei cittadini italiani”. Così Luigi Di Maio in conferenza stampa all’hotel Parco dei Principi. “Questo è un risultato post-ideologico, che va al di là degli schemi di destra e sinistra: riguarda i grandi temi irrisolti della nazione. Insomma – ripete – temi, non ideologie”.

“Siamo aperti al confronto con tutte le forze politiche a partire dalle figure di garanzie che vorremo individuare per le presidenze delle due camere ma soprattutto per i temi che dovranno riguardare il programma di lavori”, ha precisato.

Di Maio si è detto “fiducioso che il presidente della Repubblica saprà guidare questo momento con autorevolezza e responsabilità”.

“Il M5s triplica il numero dei parlamentari eletti“, ha aggiunto sottolineando che “ci sono intere regioni che sono andate al Movimento Cinquestelle”.

“Sentiamo la responsabilità di dare un governo al Paese. Lo diciamo soprattutto agli investitori: noi questa responsabilità la sentiamo”, ha aggiunto Luigi Di Maio in conferenza stampa dove ricorda: “oggi le coalizioni non hanno i numeri per governare”.

“Per il M5s queste elezioni sono state un trionfo: grazie a circa gli 11 milioni di italiani che ci hanno votato e dato la loro fiducia”, ha aggiunto il leader M5s.

“Quello che stiamo vivendo in queste ore è un’emozione indescrivibile”. Lo annota sulla sua bacheca Fb Luigi Di Maio che pubblica anche la foto in cui appare con Davide Casaleggio e Alessandro Di Battista e abbraccia Beppe Grillo.


Articoli correlati

Cagliari: il tecnico Zeman lascia

Brutte notizie per i numerosi tifosi del Cagliari. Zeman lascia la squadra. In una nuvola di delusione e amarezza, senza

Scontro Treni in Puglia. Vogliamo sapere

Un solo urlo, lacerante, e per un abbiamo abbiamo sentito il battito del cuore aumentare di velocità, il perché? Una

Roma. Due esplosioni in strada

“Un gesto dimostrativo” facendo esplodere un “ordigno che non era atto ad offendere” quello che è esploso in aria a Roma,