Vladimir Putin: la Russia schiererà nuovi missili solo se lo faranno gli Usa

Vladimir Putin: la Russia schiererà nuovi missili solo se lo faranno gli Usa

Seguendo le orme degli Stati Uniti, la Russia abbandonerà il trattato sulle armi nucleari e schiererà missili nucleari a medio raggio soltanto se Washington stessa lo farà, questa le parole del presidente Vladimir Putin.

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha accusato Mosca di aver violato il trattato delle Forze nucleari a medio raggio del 1987 schierando nuovi missili vietati dagli accordi. Trump ha dichiarato che gli Stati Uniti “andranno avanti” sviluppando le proprie opzioni di risposta militare allo spiegamento da parte della Russia di missili cruise che potrebbero colpire l’Europa occidentale.

Mosca ha fortemente negato qualsiasi violazione e ha accusato Washington di aver fatto false accuse per giustificare il suo ritiro.

Il crollo del trattato INF ha suscitato il timore di una ripetizione di una resa dei conti della Guerra Fredda in stile anni ’80, quando gli Stati Uniti e l’Unione Sovietica schierarono missili a medio raggio nel continente europeo. Tali armi sono state viste come particolarmente destabilizzanti poiché impiegano solo pochi minuti per raggiungere i loro obiettivi, non lasciando tempo ai responsabili di decidere e aumentando la probabilità di un conflitto nucleare globale per un falso allarme di lancio.

Dopo che gli Stati Uniti hanno annunciato la loro intenzione di ritirarsi dal trattato entro sei mesi, Putin ha detto che la Russia avrebbe fatto lo stesso. Ha ordinato lo sviluppo di nuove armi a raggio intermedio, ma ha sottolineato che la Russia non li schiererà verso l’Europa a meno che gli Stati Uniti non lo facciano per primi.

Risponderemo al quid pro quo“, ha detto Putin. “I nostri partner americani hanno annunciato che stavano sospendendo la loro partecipazione al trattato. Hanno annunciato che condurranno ricerca e sviluppo e agiremo di conseguenza “.

Gli Stati Uniti hanno accusato la Russia di sviluppare e dispiegare un missile da crociera da terra contro le disposizioni del patto che vietano la produzione, il collaudo e lo spiegamento di missili balistici e da crociera terrestri con una gamma da 500 a 5.500 chilometri (da 310 a 3.410 miglia) .

Il Segretario di Stato americano Mike Pompeo ha detto che il trattato terminerà in sei mesi a meno che la Russia non accetti le richieste degli Stati Uniti di distruggere in modo verificabile i missili cruise che Washington sostiene essere stati attivati. Gli alleati della NATO hanno fortemente appoggiato Washington e hanno sollecitato Mosca a rispettare il trattato ritornando alla conformità.

Ma la Russia ha categoricamente respinto le accuse di violazione fatte dagli Stati Uniti, dichiarando che il missile, che fa parte del sistema missilistico Iskander-M, ha una portata massima di 480 chilometri (298 miglia). Funzionari russi hanno affermato che le accuse degli Stati Uniti sulla presunta violazione russa del patto avevano lo scopo di spostare la colpa dell’interruzione del patto sulla Russia.

Putin ha spiegato poi che non ha alcun senso che la Russia disponga di un missile da crociera a terra che violerebbe il trattato perché possiede tali armi su navi e aerei, che non sono vietati.

Parlando in un incontro televisivo con i suoi ministri degli esteri e della difesa, Putin ha incaricato l’esercito di lavorare allo sviluppo di nuove armi terrestri precedentemente bandite dal patto.

Il ministro della Difesa Sergei Shoigu riferì a Putin che avrebbero incluso una versione terrestre del missile da crociera basato sulla nave di Kalibr e un nuovo missile balistico ipersonico a raggio intermedio.

Putin ha incaricato l’esercito di assicurarsi che i lavori di ricerca e sviluppo su nuove armi non aumentino il bilancio militare.

La Russia non installerà armi a raggio intermedio in Europa o in altre regioni fino a quando simili armi statunitensi non appariranno in quelle regioni“.


Articoli correlati

Papa Francesco visiterà 3 località cubane a Settembre

Papa Francesco visiterà tre località in tutto durante la sua visita a Cuba a Settembre; lo ha riferito in una

Iran. Giochi di guerra nello stretto di Hormuz

La marina iraniana ha lanciato esercitazioni “su larga scala” nello Stretto di Hormuz e nel Mare di Oman per mostrare la sua

Russia, giro di vite su internet: stop a vpn e server proxy

La Russia stringe la morsa su Internet. Da oggi entra in vigore la legge, approvata lo scorso luglio, che limita